21 novembre 2018
Aggiornato 21:00

Forza un parchimetro in via Grassi ma si taglia, 38enne sbadato in manette

Una residente è stata attirata dai rumori e ha chiamato la polizia. Gli agenti giunti sul posto hanno individuato l’uomo e lo hanno arrestato
Forzato parchimetro, un arresto
Forzato parchimetro, un arresto (Google Street View)

TORINO - Un italiano di 38 anni è stato arrestato nella notte in via Grassi dopo aver forzato un parchimetro. Una residente, attirata da «strani» rumori in strada, ha visto l’uomo intento a scassinare l’apparecchio automatico e ha contattato subito il 112 per richiedere l’intervento di una pattuglia di polizia, fornendo all’operatore tutte le informazioni necessarie al riconoscimento.

L’ARRESTO - Giunta sul posto, la volante con a bordo due agenti ha fatto il giro del quartiere, fino a individuare un uomo corrispondente alla descrizione fatta dalla donna. Questo, alla vista delle forze dell’ordine, ha nascosto un oggetto sotto un’auto e si è allontanato velocemente. Gli agenti lo hanno quindi fermato e hanno subito notato una ferita sanguinante abbastanza evidente sulla mano destra. Sangue che è stato successivamente ritrovato anche sul parchimetro forzato. Quanto all’oggetto nascosto sotto l’auto, è stato recuperato: si trattava di un palanchino, utilizzato dal trentottenne per tentare lo scasso. L’uomo, pregiudicato, è stato arrestato per tentato furto aggravato.