20 settembre 2018
Aggiornato 09:00

Un anno e nove mesi alla maestra che maltrattava i bimbi: insorgono i genitori

La maestra ha patteggiato una pena di un anno e nove mesi con sospensione condizionale e non menzione nel casello giudiziale. I genitori in protesta
Un anno e nove mesi è la pena patteggiata dalla maestra
Un anno e nove mesi è la pena patteggiata dalla maestra ()

SETTIMO TORINESE - Un anno e nove mesi, con sospensione condizionale e non menzione nel casellario giudiziale: è questa la pena patteggiata da una delle maestra ritenute responsabili di maltrattamenti ai danni di alcuni bimbi dell’asilo nido Papà Cervi in via San Martino, a Settimo Torinese. Una pena che non soddisfa, anzi indigna, i genitori dei piccoli maltrattati. Il risarcimento economico non basta: per loro quella pena rappresenta l’ennesimo schiaffo di una vicenda già di per sé molto triste. 

BIMBI MALTRATTATI - Eppure, nonostante per molti la pena sia troppo lieve, il pm Chiara Molinari e il gup Ombretta Vanini, si sono trovati d’accordo sulla misura del patteggiamento, concordata con gli avvocati della maestra. La vicenda risale al maggio del 2015, quando i carabinieri di Settimo filmarono strattonamenti, percosse e più in generale un clima di terrore all’interno dell’asilo nido. Immagini sconvolgenti, che finirono per diventare la naturale spiegazioni al comportamento anomalo dei bimbi, che in più occasioni chiesero ai genitori di non recarsi più a scuola. Sul banco degli imputati finirono tre maestre, denunciate e allontanate dall’asilo. Negli ultimi giorni la sentenza destinata a far discutere.