20 aprile 2018
Aggiornato 01:00
Cronaca

Aspetta una donna fuori dal negozio e la minaccia: fermato stalker che perseguitava la vittima

Pneumatici danneggiati, appostamenti sotto casa, account Facebook e attenzioni sgradite: dopo le denunce della donna, la polizia è intervenuta e ha posto fine all’incubo

La donna ha chiamato il 112 e la polizia è intervenuta (© )

TORINO - L’incubo è finito. Dopo settimane di appostamenti sotto casa, minacce, gomme tagliate e profili Facebook creati per arrecare danno, la serie di reati commessa da uno stalker di 55 anni ai danni di una donna è terminata con le manette ai polsi. Decisiva, in tal senso, la chiamata giunta negli scorsi giorni al 112, con cui la donna a dichiarato di aver visto transitare un uomo che la importunava fuori dall’esercizio commerciale in cui lavorava.

LE MINACCE - Una storia di minacce, violenze psicologiche. La donna, che aveva conosciuto l’uomo in una precedente esperienza lavorativa, da qualche mese era oggetto delle attenzioni dello stalker, da cui riceveva messaggi telefonici e su Facebook. Più volte il cinquantacinquenne si era appostato sotto casa della vittima che in diverse circostanze era stata minacciata. Inoltre, in più occasioni, la donna aveva trovato con gli pneumatici dell’auto danneggiati. In una di queste circostanze, la persona era stata vista nei pressi dell’auto della vittima. Questa situazione aveva indotto nella donna uno stato d’ansia dovuto alla paura di trovarsi difronte inaspettatamente l’uomo sia al timore per la propria incolumità. 

L'ARRESTO - Proprio il giorno prima dell’arresto, la donna aveva denunciato la creazione di un account Facebook a suo nome che come immagine del profilo aveva una foto della sua abitazione. In effetti, gli agenti della Squadra Volante, immediatamente giunti sul posto, hanno fermato lo stalker proprio nei pressi dell’esercizio commerciale.