Cronaca | Via Pietro Cossa

«Perdonami, ho fatto delle scelte sbagliate», ragazzo di 25 anni si toglie la vita nel suo negozio

A trovarlo senza vita è stata la ragazza che si è precipitata nel negozio di via Pietro Cossa appena letto il biglietto. Per il giovane però non c'è stato più nulla da fare

Fiorina integratori megastore
Fiorina integratori megastore (Facebook)

TORINO - «Perdonami, ho fatto delle scelte sbagliate». Con queste parole affidate a un biglietto lasciato in casa, Matteo L., un ragazzo di 25 anni che da un paio di mesi aveva aperto un negozio di integratori sportivi, si è tolto la vita. Lo ha fatto all’interno della sua attività commerciale perché gli affari non stavano andando e si è sentito come schiacciato dalle decisioni prese poco tempo fa. Non ha visto alcuna via d’uscita e quando ieri la ragazza ha trovato il biglietto in casa, ha temuto subito il peggio e si è fiondata in via Pietro Cossa 293, dove c’è il «Fiorina integratori megastore». Lì ha trovato il suo Matteo in bagno con una corda stretta intorno al collo.

AFFARI DIFFICILI - Non ci sarebbero dubbi sulla morte e sul perché il venticinquenne abbia deciso di compiere il gesto estremo. I clienti scarseggiavano e non riusciva a trovare un modo di poter aumentare gli affari. Ci aveva provato Matteo, chiedendo in primis una collaborazione con alcuni negozi limitrofi al suo, ma con scarsi risultati dal punto di vista della clientela. Avrebbe deciso quindi di togliersi la vita. Quando la ragazza ha visto il corpo del fidanzato, ha dato l’allarme, ma i sanitari non sono riusciti a rianimarlo.