20 settembre 2018
Aggiornato 08:00

«Torino che legge», una settimana tutta dedicata al mondo dei libri 

La manifestazione coinvolgerà l'intera città, dal centro alle periferie, con oltre 300 appuntamenti in spazi pubblici e privati
Letture in tram
Letture in tram (Torino che legge)

TORINO - Per celebrare la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore istituita dall’UNESCO, dal 16 al 23 aprile torna «Torino che legge», la settimana della lettura, con reading, incontri con autori, conferenze, musica, cinema, teatro, e tanto altro. Giunta quest'anno alla sua quarta edizione, la manifestazione coinvolgerà l'intera città, dal centro alle periferie, con oltre 300 appuntamenti in spazi pubblici e privati: biblioteche, librerie, scuole, musei, teatri, cinema, case del quartiere, enti, associazioni e fondazioni, circoli, piazze, corsi, giardini e tram storico. «Torino che legge è un appuntamento ormai consolidato che porta la lettura in tutta la città» ha afferma Francesca Leon, assessora alla cultura del Comune di Torino. «Si tratta di una preziosa occasione per valorizzare la vivacità e il fermento del tessuto culturale cittadino. Iniziative come queste fanno del nostro capoluogo uno dei poli all’avanguardia nella promozione alla lettura».

TORINO CHE LEGGE - Torino che legge 2018  è organizzata dalla Città di Torino con le sue Biblioteche civiche e dal Forum del Libro, in collaborazione con le Circoscrizioni, la Fondazione per la Cultura Torino, partner Intesa Sanpaolo per il Progetto Tutta mia la città e con il contributo di Fondazione CRT. La manifestazione coinvolgerà una rete ampia di soggetti pubblici e privati, fra cui il Salone Internazionale del libro di Torino, il Circolo dei Lettori, la Scuola Holden, TorinoReteLibri, il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia. «Torino che legge ha realizzato un vero e proprio patto sulla lettura facendo dialogare da quattro anni tutta la filiera del libro» ha sottolineato Rocco Pinto del Forum del libro, «e soprattutto cercando di avvicinare alla lettura anche chi solitamente non legge, coinvolgendo attivamente le periferie e avviando nuovi progetti territoriali. Il libro come bene comune e alla portata di tutti. Questo è l'obiettivo prioritario della manifestazione».

OSPITI - Numerosi saranno gli ospiti in città durante la settimana letteraria, fra tutti ricordiamo: Gianrico Carofiglio, Giuseppe Culicchia, Sandra Petrignani, Margherita Oggero, Bruno Gambarotta, Maurizio De Giovanni, Enrico Pandiani, Tiziano Scarpa, Marco Balzano, Paolo Di Paolo, Enrico Remmert, Martino Lo Cascio, Giusi Marchetta, Marcello Simoni, Laura Pariani, Andrej Longo, Guido Quarzo, Sofia Gallo, Giua e Pier Mario Giovannone. Il programma si inaugurerà lunedì 16 aprile alle ore 17.30 alla Biblioteca civica Centrale, con Gino Roncaglia, uno dei massimi esperti italiani di lettura e digitale, che presenterà il suo nuovo libro 'L’età della frammentazione. Cultura del libro e scuola digitale' dedicato al rapporto delle nuove generazioni con la rete e la lettura e al ruolo che hanno in merito la scuola e la filiera del libro (biblioteche, librerie, ecc.). In questa occasione saranno anche premiati i lettori ‘forti’ delle Biblioteche civiche torinesi, un modo per far incontrare lettori e biblioteche.