20 aprile 2018
Aggiornato 18:00
Cronaca

Facebook e il «Quiz del sabato sera»: così rinasce il commercio in Borgo Vittoria

Qualche mese fa è stato creato il gruppo «Io compro in Borgo Vittoria»: da allora tra iniziative, idee e solidarietà, i commercianti si sono uniti per superare la crisi

Io compro in Borgo Vittoria, il gruppo Facebook che rilancia i commercianti (© Facebook)

TORINO - Acquisti online, ipermercati e una crisi economica che ha colpito tutta la popolazione. Come può, oggi, sopravvivere il commercio di vicinato? Facendo unione. L’esempio arriva da Borgo Vittoria dove alcuni commercianti, grazie all’aiuto della tecnologica, al loro spirito e a una grande passione per la loro attività hanno dato vita a un gruppo Facebook «Io compro in Borgo Vittoria». Chi pensa a un classico gruppo Facebook si sbaglia, questo luogo di ritrovo virtuale è molto di più: migliaia di iscritti in crescita continua, tantissimi post e un appuntamento che tiene incollati a pc e smartphone centinaia di persone, il «Quiz del Sabato sera».

IL QUIZ DEL SABATO SERA - Il «Quiz del Sabato sera» si svolge ovviamente il sabato e prevede una semplice domanda, fornita dal commerciante ospite del quiz, poi postata su Facebook. La prima persona che azzecca la risposta, vince un premio messo in palio dal negoziante stesso. Il pescivendolo chiede quanto pesa il pesce spada nella foto, perché un tale locale si chiama così, o addirittura quanti panni da stirare ci sono nella cesta dei panni. Ogni settimana il commerciante cambia e la richiesta per partecipare al quiz è davvero altissima. Insomma, il meccanismo è semplice. Quello che non è scontato è la reazione del gruppo: migliaia e migliaia di commenti (il record è 1600 in una sola sera, sotto un quiz), ogni secondo. Foto, dirette Facebook. Molto spesso capita che i vincitori si sovrappongono e a quel punto il commerciante premia entrambi: ci si è divertiti, si è fatta della sana pubblicità e ci si è conosciuti in un clima di spensieratezza. 

Il quiz del sabato sera

Il quiz del sabato sera (© Facebook)

COM’E’ NATO IL GRUPPO - Il gruppo «Io compro in Borgo Vittoria» è nato da un anno circa da un’idea di Carmela Ventra, titolare della ditta Ondagrafica Pubblicità, in corso Venezia, e commerciante innamorata del suo quartiere. «Ho pensato di creare una pagina che raccogliesse tutte le attività presenti nel nostro quartiere e riscoprire attività delle quali non sapevamo neanche dell'esistenza. Molte volte presi dalla frenesia non guardiamo neanche ciò che ci circonda e in un mondo dove Facebook riceve molte attenzioni ed è gratuito perché non approfittarne?». Negli ultimi mesi il gruppo è letteralmente «esploso», diventando un vero e proprio fenomeno sociale. Tutti i commercianti che hanno aderito, sembrano avere accolto con entusiasmo e positività quest’iniziativa tecnologica: sono loro stessi i primi ad aver ottenuto piccoli riscontri nel loro lavoro quotidiano. Se il gruppo dà a tutti la possibilità di conoscersi e di far conoscere la propria attività, il quiz invece ha un doppio valore: quello del divertimento, che umanamente è sicuramente apprezzabile e quello di fare da vetrina all’attività, che a livello commerciale è senza dubbio importante. 

UNA RISPOSTA ALLA CRISI - La domanda sorge quindi spontanea? Può Facebook combattere il degrado? Può un social network diventare la «medicina» per contrastare il rischio di negozi con serrande abbassate? Sì, ma solo a una condizione: che il gruppo sia animato da una passione per la propria attività e il proprio territorio uniche. Un po’ come, ogni giorno, accade straordinariamente nel gruppo «Io compro in Borgo Vittoria». Solo così l’anima commerciale del quartiere può tornare a vivere tra strade illuminate, vetrine colorate e botteghe vive. Le prossime iniziative? Una caccia al tesoro in giro per il Borgo.