Cronaca | San Salvario

Sosta selvaggia nel quartiere della movida: auto costrette ad andare contromano

Una situazione pericolosa, oltre che fastidiosissima per i tanti abitanti della zona, ostaggio della movida e del suo traffico correlato

TORINO -  Macchine parcheggiate in quarta fila, è questa la normalità di un qualsiasi sabato sera nel quartiere della movida per eccellenza di Torino: San Salvario. Non ha fatto eccezione sabato 7 aprile, quando Andrea Demasi, Coordinatore Lavoro e Commercio presso la Circoscrizione VIII di Torino, ha postato un video sulla sua pagina Facebook per riportare a galla il problema della sosta selvaggia in San Salvario.

VIDEO - Le immagini immortalano il tratto di strada compreso tra via Nizza, corso Marconi e via Baretti e la situazione, per chi non è avvezzo alla viabilità della zona, è al di là di ogni immaginazione. «Oltre all'inciviltà di chi parcheggia così» fa notare Demasi, «così si modifica la viabilità inducendo involontariamente le auto ad andare in contro mano in direzione Porta Nuova». Una situazione pericolosa, oltre che fastidiosissima per i tanti abitanti della zona, ostaggio della movida e del suo traffico correlato. La domanda è nota: esiste un modo per conciliare la movida con la tranquillità e la sicurezza dei residenti di San Salvario?

CIRCOSCRIZIONE - «Qui non serve un’ordinanza, ma la civiltà» afferma a riguardo il presidente della Circoscrizione VII, Davide Ricca. «In attesa che dalle riunioni si passi ai fatti» e conclude amaramente: «Lasciati soli anche qui».