24 ottobre 2018
Aggiornato 06:00

Torino, il Consiglio Comunale approva il bilancio preventivo 2018

Dura l’opposizione del Partito Democratico: «E’ un bilancio non votabile, quest’amministrazione tira a campare»
Chiara Appendino in Consiglio comunale
Chiara Appendino in Consiglio comunale (ANSA)

TORINO - E’ stato approvato durante la seduta del Consiglio comunale di ieri il bilancio preventivo per il 2018 varato lo scorso 2 marzo dalla Giunta Appendino. Il bilancio è stato approvato insieme al DUP (Documento Unico di Programmazione). La delibera di Bilancio ha ottenuto 24 voti a favore (sindaca e M5S) e 6 contrari (PD, Moderati, Lista Morano e Lista per Torino), mentre per quanto riguarda il DUP è stato approvato con il voto contrario di Moderati, Lega Nord e Lista Morano. Lista Civica ha deciso di astenersi, mentre le altre formazioni di opposizione non hanno partecipato al voto.

LO RUSSO ATTACCA L’AMMINISTRAZIONE - Se è vero che l’approvazione del bilancio è sicuramente una notizia positiva per la città, è altrettanto vero che non tutti sembrano avere apprezzato questo documento. Anzi. Stefano Lo Russo, capogruppo del Partito Democratico, attacca: «È un Bilancio non votabile. È lo specchio di questa Amministrazione, che tira a campare, non ha visione strategica e si difende dietro slogan privi di significato, sbandierati sulla rete. La città vuole risposte, le periferie chiedono una maggiore attenzione, e invece vengono tagliate le manutenzioni. C’è un’assenza completa di politiche di sviluppo per attrarre imprese. I problemi sono ancora tutti sul tappeto, anche se affrontati con buona volontà: Barattolo, Palazzo del Lavoro, Centro congressi Westinghouse, ecc. Non si intravede un disegno culturale, ci sono dati negativi in controtendenza nazionale su turismo, occupazione giovanile, ecc. Non viene fatto nulla per il futuro di Torino». Di parere diametralmente opposto Chiara Giacosa, capogruppo del M5S: «Ringrazio l’assessore Rolando, tutti gli assessorati e tutte le direzioni. Il nostro giudizio sul bilancio è positivo. Per quanto riguarda le mozioni di accompagnamento, abbiamo accolto favorevolmente quella proposta dal capogruppo Tresso».