19 aprile 2018
Aggiornato 21:00
Nuvola Lavazza

Lavoro e cultura, Nuvola Lavazza è realtà: così rinasce il quartiere Aurora

In occasione dell’inaugurazione del nuovo quartier generale, la promessa di Lavazza: «Non andremo mai via da Torino e dall’Italia»

L'edificio visto da fuori (© ANSA)

TORINO - «Non andremo mai via da Torino e dall’Italia». Sono queste le parole che hanno accompagnato l’inaugurazione della nuova sede Lavazza a Torino, nel cuore del quartiere Aurora. L’edificio, un vero e proprio centro direzionale all’avanguardia, può ospitare 600 lavoratori ed è un capolavoro di hi-tech.

NUVOLA LAVAZZA, L’INAUGURAZIONE - Chi pensa a un semplice centro direzionale, si sbaglia. Nuvola Lavazza è molto di più: un museo interattivo, una piazza aperta al pubblico e uno spazio eventi e di eccellenza gastronomica. Una trasformazione vera e propria da un’ex centrale elettrica a un edificio che ad alta efficienza energetica. Dentro Nuvola Lavazza, progettato da Cino Zucchi, si sono trasferitigli uffici della storica azienda del caffè, nata oltre 120 anni fa da una piccola bottega del centro e cresciuta fino a diventare un gruppo presente in 90 Paesi, con un fatturato di 2miliardi. «La Nuvola contiene la nostra memoria e il nostro futuro» dichiara il presidente Alberto Lavazza. La realizzazione di questo complesso è costata 120 milioni di euro. Un numero elevato, ma decisamente inferiore alle 27 miliardi di tazzine di caffé consumate nel 2017. Lavazza riparte da Torino, riparte dal quartiere Aurora.

L'inaugurazione di oggi, giovedì 12 aprile

L'inaugurazione di oggi, giovedì 12 aprile (© ANSA)