23 ottobre 2018
Aggiornato 00:30

Il nuovo Parco della Salute, un progetto da oltre 400 milioni di euro: ecco come sarà

Come sarà il Parco della Salute da cui tanto si parla? Sarà spiegato in modo dettagliato il prossimo 17 aprile alle ore 21 in via Po 18 in un incontro dell'Accademia di Medicina a cui interverranno Gian Paolo Zanetta e Leonello Sambugaro, introdotti da Umberto Ricardi
Rendering del nuovo Parco della Salute
Rendering del nuovo Parco della Salute ()

TORINO – Come sarà il Parco della Salute da cui tanto si parla? Sarà spiegato in modo dettagliato il prossimo 17 aprile alle ore 21 in via Po 18 in un incontro dell'Accademia di Medicina a cui interverranno  Gian Paolo Zanetta e Leonello Sambugaro, introdotti da Umberto Ricardi.

IL PROGETTO - Il progetto prevede la realizzazione del Parco della Salute secondo un modello strutturale e organizzativo adeguato ad una struttura ad elevata complessità assistenziale e di insegnamento, integrata nei percorsi e nei luoghi di cura del Sistema Sanitario. Dal punto di vista sanitario ed assistenziale il Parco ospiterà le attività e le strutture ad elevata complessità attualmente presenti nei quattro grandi ospedali dell'attuale Città della Salute: Molinette, Sant'Anna, Regina Margherita e Cto. Quest'ultima struttura, opportunamente riconvertita, ospiterà le attività di minore complessità.

POLO OSPEDALIERO INTEGRATO - Dal punto di vista della ricerca e della didattica saranno trasferite nella nuova localizzazione tutte le attività afferenti la Scuola di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Torino. Il Parco della Salute sarà dunque un polo ospedaliero integrato, anche dal punto di vista della localizzazione, con un Polo didattico e un polo di ricerca clinica e traslazionale, oltre che con il Sistema regionale della ricerca di base. Il Parco sarà realizzato nell'area urbana AVIO – OVAL, già oggetto di un ampio progetto di riassetto e riqualificazione urbanistica e funzionale dell'area sud della città, che prevede la realizzazione di un parco, oltre a destinazioni residenziali e commerciali ad integrazione di quelle terziarie pubbliche e di servizio.

NUMERI DEL PARCO - Il Polo della Sanità e della Formazione clinica sarà di 27.000 metri quadrati, di cui 5.000 metri quadrati per formazione clinica. I posti letto saranno 1.040, dei quali 70 posti tecnici. Il Polo della Didattica sarà di 31.000 metri quadrati per attività afferenti ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico, laurea triennale e laurea specialistica in Medicina o delle professioni sanitarie. In questo caso l'utenza è stata stimata in 8.600 fruitori circa, dei quali 5.000 studenti. Il Polo della ricerca sarà di circa 10.000 metri quadrati per un'utenza di circa 1.000 persone tra docenti, assistenti, dottorandi. Il Polo della residenzialità d'ambito sarà di 8.000 metri quadrati, con 190 posti alloggio per servizi di foresteria per ospiti in permanenza temporanea per attività da svolgere presso gli altri Poli e 30 posti alloggio per i pazienti della struttura assistenziale dimissibili, ma che ancora necessitano, in via transitoria, di un supporto assistenziale di bassa intensità. A servizio delle strutture dovrà essere prevista una dotazione di parcheggi in parte interrati in parte multipiano per una superficie complessiva di circa 61.000 metri quadrati, per un numero totale di circa 2.300 posti auto. Esisterà inoltre un Polo dell'incubatore, che prevede 10.000 metri quadrati del Centro di Biotecnologie molecolari e 7.000 metri quadrati dell'Istituto di Medicina traslazionale. Insomma per il nuovo ospedale è stata stimata una superficie complessiva di circa 122.000 metri quadrati, oltre a 5.000 metri quadrati destinati alla formazione clinica. La realizzazione dell'intero Parco sarà articolata in due fasi: la prima prevede il Polo della sanità ed il Polo della ricerca, la seconda il Polo della didattica e quello della residenzialità (foresteria). Il primo Polo avrà un costo totale previsto di circa 420 milioni di euro. I tempi di progettazione e costruzione sono previsti in circa 5 anni.