Cronaca | Corso Traiano

Minaccia il vigilante dell’Esselunga con una lametta e fugge dopo aver rubato dagli scaffali

Voleva farla franca ma la polizia era già in zona corso Traiano perché chiamata dall’addetto alla sicurezza. Il giovane, 26 anni venezuelano, è stato arrestato

Esselunga di corso Traiano
Esselunga di corso Traiano (Google Street View)

TORINO - Voleva uscire dal supermercato senza pagare alcuni prodotti alimentari e cosmetici ma, una volta scoperto, invece di restituire tutta la merce trafugata, è andato in escandescenza e ha tirato fuori una lama da rasoio da barba per guadagnarsi la fuga. Il tutto è successo all’Esselunga di corso Traiano: protagonista un venezuelano di 26 anni, già noto alle forze dell’ordine e irregolare sul territorio nazionale.

L’ARRESTO - Il piano del ventiseienne non è riuscito fino in fondo perché mentre nascondeva i prodotti nella borsa, un addetto alla sicurezza si era accorto di cosa stava facendo e, prima di intervenire, aveva avvertito la polizia. Una volta che lo straniero ha superato le casse senza pagare quanto prelevato dagli scaffali, il vigilante lo ha fermato invitandolo a restituire i prodotti. Ma, per tutta risposta, l’uomo ha tirato fuori una lama di un rasoio da barba con cui ha minacciato l’addetto e si è dato alla fuga uscendo dall’esercizio. Poco fuori dal supermercato però erano già pronti gli agenti di polizia che nel frattempo erano arrivati sul posto ed è scattato l’arresto.