19 aprile 2018
Aggiornato 21:00
YouPol

Pusher arrestati grazie a YouPol: nella Bibbia i soldi guadagnati spacciando droga

Grazie all’ennesima segnalazione (590 dall’8 febbraio), i poliziotti sono riusciti ad arrestare alcuni spacciatori di nazionalità nigeriana

L'app YouPol (© Diario di Torino)

TORINO - YouPol continua ad avere un incredibile successo: grazie all’applicazione che consente ai cittadini di inviare segnalazioni (anche in forma anonima) alla polizia, gli agenti del Commissariato Madonna di Campagna sono riusciti a fermare l’attività di spaccio di alcuni soggetti di origine nigeriana in via Cecchi.

LA SEGNALAZIONE - E’ qui, in virtù della dettagliata descrizione fornita dal segnalatore, che i poliziotti sono riusciti immediatamente ad intercettare gli spacciatori che, alla vista della volante, sono fuggiti in direzioni diverse. Uno di essi, di circa 20 anni, è entrato in un palazzo, ma i poliziotti sono riusciti ad individuare l’appartamento dove aveva cercato rifugio e a fermarlo nonostante si fosse cambiato le scarpe appariscenti che indossava inizialmente ed abbia tentato di darsi alla fuga lungo la rampa delle scale.  All’interno dell’abitazione gli agenti hanno trovato anche un connazionale di 23 anni e, sul tavolino del salotto, è stato rinvenuto un ovulo di sostanza stupefacente, due paia di forbici e scarti di materiale utilizzato per il confezionamento della droga. Inoltre, negli altri locali dell’’appartamento, in varie borse sono stati rinvenuti sacchetti contenenti marijuana per un peso complessivo di circa 200 grammi, bilancini di precisione, vario materiale per il confezionamento dello stupefacente e diversa sostanza da taglio oltre a 10 telefoni cellulari e un tablet. All’interno di diversi libri, tra cui una bibbia, sono stati trovati quasi 1500 euro in contanti. I due soggetti, privi di occupazione, sono stati arrestati per il reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio ed il ventenne è stato anche denunciato per resistenza a P.U.

COS’E’ YOUPOL - Dall’8 febbraio 2018 alla centrale operativa della Questura di Torino sono giunte oltre 590 segnalazioni tramite l’innovativa applicazione YouPol. L’app, che ha riscosso un notevole successo tra i cittadini (migliaia i download degli utenti IOS e Android), ha lo scopo di permettere a tutte le persone di interagire con la Polizia di Stato tramite l’invio di segnalazioni, anche in forma anonima, soprattutto in merito ad episodi di bullismo e di spaccio di sostanze stupefacenti. Grazie a «YouPol» è possibile inviare immagini o segnalazioni scritte direttamente alla sala operativa della Questura ed anche effettuare una chiamata di emergenza (attraverso il pulsante di colore rosso con la scritta «chiamata di emergenza») alla sala operativa (112 N.U.E.) ubicata nella provincia ove l’utilizzatore si trova.