19 novembre 2018
Aggiornato 10:00

Campo nomadi, abbattute due «casette» abbandonate in via Germagnano

Nel Campo ci sono altre casette nelle stesse condizioni che sono di fatto divenute nel tempo ricettacolo di immondizia e di continui danneggiamenti, che saranno demolite prossimamente
Campo nomadi via Germagnano
Campo nomadi via Germagnano (Polizia Municipale di Torino)

TORINO - In queste ore si sta procedendo all’abbattimento di due casette nel campo nomadi di via Germagnano da parte dei tecnici comunali, supportati dal Reparto informativo minoranze etniche (ex Nucleo nomadi) della polizia municipale. Queste strutture erano da tempo inagibili e non sono abitate ma, a causa di piccoli incendi e di molta incuria, sono diventate un pericolo per la sicurezza. Per questo motivo l’Amministrazione comunale ha deciso la demolizione. La zona è presidiata dalla Polizia municipale.

CAMPO NOMADI - Nel Campo ci sono altre casette nelle stesse condizioni che sono di fatto divenute nel tempo ricettacolo di immondizia e di continui danneggiamenti, che saranno demolite prossimamente. Questa operazione rientra in un più ampio progetto di soluzione delle problematiche legate al Campo nomadi e ha visto coinvolti i Servizi Sociali che lavorano con i nomadi e la Polizia Municipale. «Le operazioni di oggi, nascono dall'azione coordinata di tutti i servizi comunali impegnati ad affrontare in modo coordinato e sistematico i problemi ambientali, sociali e di sicurezza dell'area», ha  sottolineato il Comandante della Polizia Municipale di Torino Emiliano Bezzon. «Ciò è reso possibile anche dalla presenza continuativa di pattuglie miste di militari e forze di polizia dello stato, fortemente volute dal Prefetto, in attuazione del modello di sicurezza integrata previsto dalla legge Minniti».