22 settembre 2018
Aggiornato 17:30

Sopra il bar, sotto la sala slot «blindata»: maxi multa da 140.000 euro a un commerciante

Per accedere alla sala slot abusiva, bisognava essere giocatori incalliti e clienti fidelizzati: nei guai il titolare di un bar in zona Lingotto
La sala slot abusiva
La sala slot abusiva (Guardia di Finanza)

TORINO - Sei videopoker totalmente abusivi, sprovvisti di ogni tipo di autorizzazione: erano grazie a queste macchinette che un bar di zona Lingotto era diventato il punto di riferimento di assidui e irriducibili giocatori da bar. Un’ attività illegale che si teneva nelle cantine dell’esercizio commerciale e che negli scorsi giorni è stata smascherata dagli uomini della Guardia di Finanza di Torino.

LA MAXI MULTA - Il titolare del bar, un 40enne cinese, aveva predisposto tutto: in superficie il locale si presentava «normale», ma sotto il bar vi era una sala slot illegale. Per accedere alla stanza bisognava passare da una porta blindata, percorribile solamente da alcuni clienti abituali e attentamente selezionati. Le slot non erano collegate alla rete dei Monopoli di Stato, pertanto l’imprenditore riusciva a eludere tutte le imposte dovute. Gli accertamenti condotti hanno permesso di accertare un’evasione pari a 780.000 euro, mentre la multa inflitta al commerciante è di 140.000 euro. Le slot sono state tutte sequestrate.