22 settembre 2018
Aggiornato 17:30

«Con la nuova Ztl che fine faranno le attività commerciali del centro?»

A intervenire nuovamente sulla questione è il presidente della Circoscrizione 1 Massimo Guerrini che, facendo un giro per il centro di Torino, ha condiviso su Facebook una fotografia del “deserto” che si è trovato davanti
Il centro deserto
Il centro deserto (Massimo Guerrini)

TORINO - E’ sempre attuale la questione della nuova Ztl che la Giunta comunale, e in particolare l’assessore alla Viabilità Maria Lapietra, sta progettando per farla partire tra pochi mesi. A intervenire nuovamente sulla questione è il presidente della Circoscrizione 1 Massimo Guerrini che nella giornata di ieri, facendo un giro per il centro di Torino, ha condiviso su Facebook una fotografia del «deserto» che si è trovato davanti: «È questa l’attività fervente che qualcuno vuole in centro a Torino con la nuova Ztl?», si è chiesto, aggiungendo, «che fine faranno le attività commerciali e i valori immobiliari? Grazie no».

SOLIDARIETÀ’ - In tanti hanno espresso solidarietà al presidente Guerrini. D’altronde il «movimento» No Ztl non ha mai smesso di palesare il proprio dissenso per un progetto che, secondo loro, farebbe morire tantissime attività commerciali che già oggi (come dimostra anche la fotografia) non godono sempre di afflussi ingenti di clienti. «Sarà un fallimento totale», dice Vincenzo, seguito da Monica: «Questa mattina», ha raccontato, «per recarmi in piazza Carlina, ho preso il 18: ho atteso 15 minuti ed è arrivato il carro bestiame sul quale non sono riuscita a salire per la troppa gente. Ho atteso paziente altri 12 minuti ed è arrivato un altro bus strapieno sul quale sono dovuta salire per non fare tardi al lavoro.. dopo 3 fermate nessuno è più potuto salire perché non si aprivano nemmeno le porte.... questa è l'alternativa all'auto privata? Ma dovrebbero solo vergognarsi».

FAVOREVOLI ALLA NUOVA ZTL - C’è però anche chi non è d’accordo con i No Ztl. Una di queste è Loredana: «Ma state scherzando? Perché la Ztl non fa fare acquisti  Non la crisi, la mancanza di lavoro... la Ztl.... fosse per voi dovremmo entrare con l'auto dentro ai vostri negozi».