21 novembre 2018
Aggiornato 19:00

Lega la bici alla ringhiera e Trenitalia gliela porta via, mistero di fronte a Porta Nuova

Aveva legato come sempre la bici alla ringhiera di fronte alla stazione di Porta Nuova. Nonostante l’assenza di cartelli di divieto e nonostante si trovasse all’esterno della stazione, Trenitalia gliel’ha rimossa
Il biglietto lasciato dopo la rimozione della bici
Il biglietto lasciato dopo la rimozione della bici ()

TORINO - Che a Torino ci siano sempre più utilizzatori di biciclette è un dato di fatto, ma allo stesso modo rimane una città non propriamente adatta ai ciclisti. Tra piste ciclabili inesistenti e quelle da rifare ce n’è per ogni gusto. E poi c’è il problema parcheggi: dove si può lasciare la bicicletta? Il buonsenso dice o negli spazi appositi oppure, in mancanza, dove non dia fastidio ai pedoni, alle macchine e più in generale dove non sia d’intralcio. Ma quanto accaduto ieri e «denunciato» sulla pagina Facebook «Torino Sostenibile» è curioso. Beppe Beppo è solito andare alla stazione di Porta Nuova e lasciare la bicicletta attaccata alla ringhiera posta di fronte alla stazione stessa, quella a protezione dalla strada. Ieri, quando è tornato a prendere il suo mezzo a due ruote questo non c’era più, e al suo posto un cartello: «La bicicletta è stata rimossa in quanto si trovava in area non adibita al parcheggio. Per la restituzione rivolgersi all’ufficio Polfer presente in stazione». Firmato Grandi Stazioni, Gruppo Ferrovie dello Stato.

«NON DAVA FASTIDIO» - Quello non era un posto adatto a legare la bicicletta e così gli è stata rimossa. «Se avessi visto un cartello che ne vietava il posizionamento non l’avrei messa, ma mi son fatto un giro intorno e non ne ho visti, preciso che la ringhiera non è all’interno della stazione», ha spiegato Beppe Beppo che ha rimarcato più volte il fatto che di cartelli non ce ne fossero. «Secondo loro non si può mettere una bicicletta agganciata su una ringhiera, nonostante non dia fastidio a nessuno, nonostante non blocchi un percorso pedonale, tanto meno creando problemi di circolazione per le macchine essendo in zona pedonale».

MULTA DA 16 EURO - In altre stazioni di Torino, ad esempio a Lingotto, ci sono alcuni cartelli che vietano di legare la bicicletta in alcuni punti, ringhiere comprese. Ma di fronte a Porta Nuova, dove l’aveva legata Beppe Beppo, non c’era nulla. Infine il proprietario è andato a ritirare la propria bicicletta e, quando gliel’hanno restituita, gli hanno dato anche da pagare una sanzione da 16 euro. «Devo ancora capire per cosa», ha commentato lui.