18 ottobre 2018
Aggiornato 02:00

Mole accesa nel ricordo degli Invincibili, il dietrofront firmato Comune e Toro

Dopo le polemiche, il lieto fine: la sera del 4 maggio la Mole Antonelliana verrà illuminata di granata. A pagare il Torino: la Juventus farà altrettanto per l'Heysel?
La mole Antonelliana illuminata di granata
La mole Antonelliana illuminata di granata (ANSA)

TORINO - Buona notizia per i tifosi del Toro, per gli amanti dello sport e più in generale per tutti i cittadini torinesi: venerdì 4 maggio, la Mole Antonelliana si illuminerà di granata per onorare la memoria del Grande Torino. Un’accensione non così scontata, in dubbio sino a qualche giorno fa. Sì, perché il Comune aveva fatto sapere di non avere le coperture economiche per l’illuminazione, ventilando l’ipotesi di una Mole «spenta». 

MOLE ACCESA, PAGA IL TORO - A risolvere la questione, l’intervento del presidente Cairo: sarà il Torino a farsi carico delle spese per l’illuminazione. La Città, dal canto suo, ha dato il nulla osta alla proiezione, accontentando tutti, anche il Museo Grande Torino che aveva chiesto a gran voce attenzione per una squadra rimasta nel cuore di tutti. «L’Amministrazione comunale è grata al Torino FC per l’impegno a sostenere l’illuminazione della cupola del monumento simbolo della città. Un atto meritorio nei confronti delle vittime di quella giornata fatale del 4 maggio ‘49 e di quanti amano lo sport» ha commentato l’assessore allo Sport, Roberto Finardi. 

HEYSEL, NESSUNA CERTEZZA - Nessuna ufficialità, almeno per il momento, per quanto riguarda l’altra tragedia che ha toccato la città di Torino: l’Heysel. Come spiegato precedentemente, la proiezione della scritta «+39 RISPETTO» in ricordo delle vittime di quella notte a Bruxelles è più che mai incerta. Il Comune non coprirà le spese e la Juventus non ha ancora espresso la volontà di farlo. L’iniziativa, se le parti in causa non dovessero essere disponibili, potrebbe essere resa comunque possibile grazie all’associazione «Quelli di via Filadelfia». Quest’ultima è senz’altro un’ipotesi percorribile ma non è una certezza. Ecco perché, in fondo, i tifosi si aspettano che la società bianconera faccia quello che hanno deciso di fare i cugini granata: pagare una cifra irrisoria per onorare la memoria di una tragedia che ha colpito la città di Torino e i torinesi.