17 dicembre 2018
Aggiornato 15:00

Ruba in un negozio di elettronica e tenta la fuga a piedi, è successo in corso Giulio Cesare

Il cittadino moldavo ha scavalcato recinzioni appartenenti a vari cortili tra piazza Derna e via Porpora, ha tentato di guadagnarsi la fuga all’interno di un auto rimessa sempre tallonato da uno degli agenti.
Furto in un negozio di corso Giulio Cesare
Furto in un negozio di corso Giulio Cesare (Polizia di Stato)

TORINO - E’ entrato in un negozio di corso Giulio Cesare e ha prelevato dagli scaffali diversi accessori di tecnologia nascondendoli all’interno di una borsa per poi uscire dalle uscite senza acquisti facendo suonare le barriere sonore anticheggio. Il vigilantes, che aveva osservato la scena, ha fermato l’uomo nei pressi dell’uscita. Si tratta di un cittadino moldavo di 32 anni, il quale aveva dichiarato di non avere soldi per pagare. Il soggetto aveva scelto specifici articoli, cuffie Bluetooth e una custodia per cellulari, per un valore complessivo di circa 130 euro.

FURTO - Giunti sul posto, gli agenti della pattuglia moto montata dell’Ufficio Prevenzione Generale, si sono immediatamente messi all’inseguimento del soggetto, che aveva approfittato di un attimo di distrazione per scappare da una porta antipanico. E’ stata una fuga a piedi. Il cittadino moldavo ha scavalcato recinzioni appartenenti a vari cortili tra piazza Derna e via Porpora, ha tentato di guadagnarsi la fuga all’interno di un auto rimessa sempre tallonato da uno degli agenti. Il malfattore trovatosi con le spalle al muro, senza via di uscita, ha ingaggiato una colluttazione con il poliziotto, calci e pugni in varie parti del corpo. Il motociclista dell’U.P.G. è riuscito dopo poco a fermare l’uomo e a mettersi in sicurezza. Il cittadino moldavo, con a carico diversi precedenti penali, è stato arrestato per i reati di resistenza e lesioni e denunciato per furto.