20 agosto 2018
Aggiornato 18:30

Dopo il deragliamento di un treno regionale, riapre la linea Torino-Savona: gli orari

Il treno coinvolto nell'incidente è stato rimosso dai binari e oltre 80 tecnici delle RFI hanno lavorato 'no stop' per riparare i danni all'infrastruttura di modo che la circolazione potesse ripartire
Treno deraglia sulla linea Torino-Savona
Treno deraglia sulla linea Torino-Savona (ANSA)

TORINO - E' ripreso regolarmente nella giornata di oggi, domenica 29 aprile, il traffico sulla linea ferroviaria Torino-Savona, interrotto da venerdì 27 aprile, a causa del deragliamento del treno regionale 10130. Il mezzo coinvolto nell'incidente è stato rimosso dai binari e oltre 80 tecnici delle RFI hanno lavorato 'no stop' per riparare i danni all'infrastruttura, vale a dire sui binari e sulla linea elettrica. Dopo la riattivazione della circolazione ferroviaria, i treni percorreranno il punto di linea interessata dai lavori a velocità ridotta, in via precauzionale.

TORINO SAVONA - Non pochi i disagi per i passeggeri nelle scorse ore, dirottati su autobus tra Fossano e Mondovì che si sono presto dimostrati inadeguati a soddisfare la domanda di passeggeri. «Consapevole che i mezzi non sarebbero stati sufficienti per il numero di viaggiatori previsto sulla linea Torino - Savona» hanno spiegato da Trenitalia, «abbiamo consigliato per i viaggi in treno di utilizzare l'itinerario alternativo "via Genova" senza sovrapprezzo». A causa del periodo di vacanza, per i ponti del 25 aprile e del 1° maggio, scrive Trenitalia in una nota diffusa negli scorsi giorni, molte ditte hanno dato disponibili complessivamente solo quattro pullman che hanno svolto il servizio spola tra Mondovì e Fossano. Tutti gli altri autobus erano infatti già utilizzati per altri servizi.