27 maggio 2020
Aggiornato 02:30
Storie di Torino

L'uomo imprigionato nell'asfalto: il mistero di Barriera di Milano

Il volto di un uomo incastrato nell'asfalto: dove si trova? E soprattutto, cosa rappresenta? Gli indizi di un mistero ancora irrisolto

TORINO - Camminare su un marciapiede e imbattersi in una faccia verde di un uomo incastrata nell'asfalto non è di certo una scena che capita tutti i giorni, anzi. Eppure Torino, città misteriosa e affascinante, è in grado di regalare simili esperienze. Chi è quell'uomo verde, come ci è finito nell'asfalto? E soprattutto, cosa rappresenta? Tante le domande, poche, al momento, le risposte.

L'UOMO VERDE - Partiamo dalle certezze: l'uomo verde imprigionato nell'asfalto si trova nel cuore del quartiere Barriera di Milano, in via Mercadante 25. Le dimensioni sono piuttosto contenute, visto che il volto misura appena qualche centimetro, mentre il materiale è senz'altro marmo. Insomma, una faccia in miniatura. Nessuno, per il momento, è in grado di stabilire con certezza cosa rappresenti: c'è chi dice che si tratti di una maschera funeraria, chi pensa che sia la rappresentazione di un uomo deceduto e rimasto intrappolato nel cemento. Più probabile, ovviamente, che si tratti di un'opera di street art. 

IL MISTERO NON RISOLTO - Analizzando meglio quest'opera decisamente singolare, pare proprio che si tratti di un uomo di una certa età (lo si deduce dai baffi), con gli occhi chiusi. Sembra quasi addormentato. In Barriera di Milano in pochi l'hanno notata, anche per via delle piccole dimensioni. Le reazioni sono spiazzanti. C'è chi rimane affascinato da quel volto, chi prova invece inquietudine. Siamo certi che la curiosità sia molta, allora aiutateci voi a risolvere l'enigma dell'uomo verde: chi è e cosa rappresenta?