16 agosto 2018
Aggiornato 09:40

Mistero a Torino: ripescato il cadavere di un uomo nelle acque del fiume Po

La presenza del corpo è stata segnalata dai dipendenti della diga Enel. Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri, avviate le indagini per stabilire l'identità della vittima
Un intervento dei vigili del fuoco e delle forze dell'ordine nella Dora (immagine archivio)
Un intervento dei vigili del fuoco e delle forze dell'ordine nella Dora (immagine archivio) (Vigili del Fuoco)

TORINO - Il cadavere di un uomo, per il momento non ancora identificato, è stato ripescato poche ore fa nel fiume Po dal nucleo Saf dei vigili del fuoco. A segnalare la presenza del corpo, all'altezza del canale Enel, sono stati alcuni dipendenti della diga stessa.

INDAGINI IN CORSO - Come detto, l'identità non è ancora nota. Non è improbabile che il corpo possa essere quello del ragazzo caduto o buttatosi dal ponte Mosca lo scorso 24 aprile: da quel giorno nessuno ha più sue notizie. I carabinieri erano intervenuti per liberare il cane che il giovane teneva in auto al momento della scomparsa e per salvare i cuccioli di rottweiler che si trovavano nel suo appartamento. Seguiranno ulteriori aggiornamenti.