16 agosto 2018
Aggiornato 09:40

Maresciallo della Taurinense si spara in testa: dramma nella caserma degli alpini

L'uomo lascia una moglie e due figli: era appena rientrato da Mosul, in Iraq. E' il secondo suicidio in quella caserma, indagano i carabinieri
La Taurinense (immagine d'archivio)
La Taurinense (immagine d'archivio) (ANSA)

PINEROLO - Un colpo solo, alla testa. Si è ucciso in questo modo, ieri pomeriggio, un maresciallo degli alpini della Taurinense di 42 anni. E' successo ieri pomeriggio all'interno della caserma Berardi di Pinerolo, sede del Terzo Reggimento. L'uomo era tornato da poco dall'Iraq: lascia una moglie e due figli.

IL SUICIDIO - Il suicidio, come detto, è avvenuto in pieno giorno. Quando c'è stato lo sparo, gli altri militari hanno subito tentato di soccorrere il maresciallo ma purtroppo non c'è stato nulla da fare. Il maresciallo ha utilizzato una pistola per togliersi la vita. Non si tratta del primo suicidio avvenuto all'interno della caserma: cinque anni fa era stata una donna a togliersi la vita. Sull'accaduto indagano i carabinieri della compagnia di Pinerolo. Al momento le ragioni del gesto estremo non sono note.