17 agosto 2018
Aggiornato 12:30

Via Nizza, al via la riqualificazione: i lavori iniziano da corso Vittorio Emanuele II

Iniziano oggi i lavori per dare un nuovo volto a via Nizza: cantieri sul lato dei portici tra corso Vittorio Emanuele II e via Berthollet
La nuova via Nizza
La nuova via Nizza (TorinoClick)

TORINO - E' iniziata la riqualificazione di via Nizza: sono partiti oggi i lavori volti a trasformare letteralmente una delle arterie più importanti della città. La prima fase di lavori riguarda il tratto sul lato dei portici da corso Vittorio Emanuele II sino a via Berthollet, un cantiere comunque poco impattante tanto che il traffico veicolare non subirà deviazioni di percorso.

VIA NIZZA, LE FASI DEI LAVORI - Se è vero che la riqualificazione parte oggi da corso Vittorio Emanuele verso piazza Carducci, va però detto che i fronti di lavoro saranno due perché nell'ottobre del 2018 si partirà da piazza Carducci, con il cantiere sul lato opposto. Durante il periodo natalizio, per agevolare il commercio, i lavori subiranno un periodo di sospensione. Il posizionamento e l’eventuale temporanea rimozione dei dehors durante la fase di cantiere verrà concordata con i commercianti al fine di ridurre al minimo i disagi per gli esercizi commerciali e, contestualmente, garantire un corretto svolgimento dei lavori.

LA NUOVA VIA NIZZA - Come sarà la nuova via Nizza? Il progetto è virtuoso e già apprezzato da tutti: doppia pista ciclabile, illuminazione nuova a led, marciapiedi riqualificati, attraversamento pedonale con incroci rialzati e abbattimento delle barriere architettoniche, per facilitare gli spostamenti dei disabili: sono questi alcuni punti del progetto di riqualificazione di via Nizza, resi possibili grazie ai fondi previsti dal Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane. Un investimento di 2 milioni e 31mila euro circa (grazie a un ribasso di gara del 13,5%), per un tratto complessivo di strada di 2,2 km. La pista ciclabile toccherà entrambi i lati della via, con delle fasce che la separeranno dai parcheggi a raso. Le corsie centrali della via rimarranno riservate ai veicoli a motore e ai mezzi del trasporto pubblico. Importante anche l'attenzione rivolta all'ambiente, visto che nel tratto fino a corso Marconi verrà piantato un filare di alberi (circa 70) tra gli 8 e i 15 metri d'altezza. «L’asse di via Nizza sarà un viale moderno e funzionale: più gradevole da percorrere, a vantaggio dei locali commerciali, per la maggior distanza delle auto parcheggiate e più sicuro per tutti gli utenti della strada. Grazie ai fondi europei diamo un assetto funzionale a un viale che dopo i cantieri della metropolitana aveva assunto un aspetto provvisorio e disordinato» erano state le parole di Maria Lapietra, assessora ai Trasporti, a seguito dell'approvazione del progetto.

Via Nizza, il cronoprogramma

Via Nizza, il cronoprogramma (© Diario di Torino)