23 ottobre 2018
Aggiornato 13:30

Insulti, minacce di morte alla guardia di finanza e droga: trentenne in manette

Con un gruppo di amici il trentenne ha insultato e provato ad aggredire la guardia di finanza al parco del Valentino. Dopo essere stato portato in caserma, è stato portato all’ospedale Molinette
Guardia di finanza
Guardia di finanza (ANSA)

TORINO - Gli uomini della guardia di finanza di Torino hanno arrestato un uomo di 30 anni dopo che questo, insieme a un gruppo di amici, li aveva insultati e minacciati. Il tutto senza un apparente motivo, con il trentenne andato anche oltre.

INSULTI - L’attenzione dei Baschi Verdi è stata attirata dal gruppo di amici che si stava contraddistinguendo per una serie di gestacci rivolti alla guardia di finanza intenta nei consueti controlli di prevenzione. Quando i finanzieri si sono avvicinati al gruppo, la situazione è degenerata: sono volati insulti e minacce (anche di morte) e un uomo, un trentenne, ha tentato anche un’aggressione. Per lui è scattato l’arresto anche perché dalla sua tasca sono cadute alcune dosi di droga.

IN OSPEDALE - Durante il tragitto verso la caserma, il trentenne non si è calmato, ma anzi ha continuato a inveire contro i finanzieri tanto da costringere questi ultimi a richiedere l’intervento dei sanitari del 118 per evitare che potesse arrecare danno a sé e ai militari operanti. Necessario, per i medici, il suo ricovero presso l’ospedale Molinette. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato e denunciato alla Procura della Repubblica per violenza, resistenza e oltraggio pubblico ufficiale.