23 ottobre 2018
Aggiornato 13:00

Controlli ad alto impatto a Madonna di Campagna, nell’ultimo mese 8 arresti e 42 denunce

I controlli disposti dal Questore hanno portato a diversi arresti e denunce. Da inizio anno i numeri parlano di 70 arresti, 102 denunce e 150 chilogrammi di stupefacenti sequestrati
Parte della droga sequestrata
Parte della droga sequestrata (Polizia)

TORINO - Uno dei quartieri più monitorati dalla polizia a Torino è Madonna di Campagna. I controlli straordinari ad alto impatto sono stati disposti dal Questore per prevenire il disagio sociale e la criminalità, oltre per contrastare le attività illegali come lo spaccio di sostanze stupefacenti. Gli ultimi controlli sono avvenuti nella serata tra venerdì e sabato nel quartiere Spina, in particolare l’area pedonale ubicata tra via Stradella e via Cesalpino, particolarmente interessata dallo spaccio di sostanze stupefacenti, e via Ala di Stura. Nel corso dell’attività sono stati controllati anche due bar, un sito di via Stradella e l’altro ubicato in largo Toscana. Complessivamente sono state identificate 47 persone, un cittadino straniero è stato accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione per la verifica della posizione sul territorio nazionale, al quale è seguito un provvedimento di espulsione.

L’ULTIMO MESE - Solo nell’ultimo mese c’è stato l’arresto di 22 persone e 82 sono quelle denunciate in stato di libertà. Complessivamente, sono state identificate oltre 600 persone e sono stati controllati quasi 200 cittadini extracomunitari. Per 16 stranieri, all’esito degli accertamenti dell’Ufficio Immigrazione, sono state avviate le procedure per l’allontanamento dal territorio nazionale. Il primo maggio è avvenuto l’arresto di un senegalese di 33 anni che abitualmente spacciava cocaina al dettaglio in via Stradella/zona Borgo Vittoria/via Giachino. In un furgone parcheggiato in un box di via Luini, sono stati invece sequestrati ben 60 chilogrammi di marijuana nascosti da un cittadino italiano di 66 anni, che spacciava ingenti quantitativi di stupefacente destinato alle piazze di spaccio della città.

DA INIZIO ANNO - Da inizio gennaio a oggi, i soli controlli ad alto impatto disposti dal Questore di Torino nelle diverse aree a rischio della città sono stati oltre 130. Nel corso di queste attività sono state arrestate 70 persone, 102 quelle denunciate, gli identificati sono oltre 4429. Nel corso dei controlli sono stati sequestrati circa 15575 euro e di oltre 150 chili di stupefacente, inoltre è di quasi 400000 euro l’ammontare delle sanzioni amministrative contestate. Complessivamente, sono stati controllati oltre 120 esercizi commerciali.