17 agosto 2018
Aggiornato 12:30

Il Salone del Libro scalda i motori, scatta il countdown: «Sarà un'edizione da record»

«Torino è la capitale italiana del libro» ha affermato l'assessora regionale alla Cultura, Antonella Parigi
Edizione 2018
Edizione 2018 (Salone del Libro)

TORINO - A meno di 24 ore dal taglio del nastro dell'edizione 2018 del Salone Internazionale del Libro di Torino, l'assessora regionale alla Cultura, Antonella Parigi, annuncia che dal 10 al 14 maggio al Lingotto ci sarà un Salone del Libro 'da record'. Dello stesso parere il presidente del Consiglio regionale Nino Boeti che cita il famoso 'I have a dream' di Martin Luther King per definire la kermesse libraia. 

SALONE DEL LIBRO - «Torino è la capitale italiana del libro» ha affermato in conferenza stampa Parigi, «quando dicono che non lo è, forse dicono il vero per quanto riguarda la presenza di case editrici sul territorio, ma sul fronte delle politiche il Piemonte è all'avanguardia ed è un esempio a cui in Italia tutti guardano». Parigi si è detta inoltre certa che nonostante le difficoltà, quello che sta per aprirsi sarà il 'Salone dei record', sottolineando il fatto che si sia dovuto aggiungere un nuovo padiglione per ospitare gli editori in overbooking. Il Consiglio regionale punta sui giovani, con incontri che spaziano dai diritti alla pace, dal mondo dei giovani allo sport, dall'attualità al sostegno alla lettura. Nel giorno di apertura, Parigi interverrà a una riflessione sul comparto culturale partendo dal volume 'La (quasi) impresa' realizzato da Hangar Piemonte, occasione anche per presentare il bando per la piccola e media editoria indipendente piemontese.