26 maggio 2018
Aggiornato 06:00
Consiglio comunale

Lega e Movimento 5 Stelle a braccetto in Sala Rossa sulla riduzione dei compensi d’oro

Come a livello nazionale, anche in Consiglio comunale a Torino i due partiti iniziano a dialogare e a votare i documenti insieme. Così è stato per la mozione presentata da Fabrizio Ricca della Lega

TORINO - Neanche a farlo apposta, mentre per la formazione del Governo stanno dialogando Matteo Salvini e Luigi Di Maio, in Consiglio comunale a Torino il Movimento 5 Stelle ha appoggiato e votato una mozione presentata dal capogruppo della Lega, Fabrizio Ricca sul compenso della figura del segretario generale della Fondazione Torino Musei. Si sono trovati d’accordo con la proposta di riduzione di una indennità che a oggi è di 130mila euro lordi all’anno. Il documento approvato impegna la sindaca Chiara Appendino a «dare indicazioni al rappresentante della Città nel Consiglio direttivo della Fondazione Torino Musei, di porre la questione relativa alla riduzione dello stipendio del segretario generale della Fondazione stessa», prima della pubblicazione del nuovo bando per la scelta del nuovo segretario.

MOVIMENTO 5 STELLE - A parlare della mozione presentata dalla Lega è stato Massimo Giovara, quello che secondo alcuni avrebbe dovuto essere il nuovo capogruppo del Movimento 5 Stelle (incarico dato alla fine a Valentina Sganga) che ha espresso un giudizio favorevole sull’atto sottolineando come in momenti di difficoltà, come quello vissuto dalla Fondazione, sia facile tagliare sul personale, meno sugli stipendi dei vertici. Quando si parla di comunità, ha evidenziato, occorre fare appello anche alla solidarietà.