26 maggio 2018
Aggiornato 05:30
Polizia Municipale

Assunzioni a tempo determinato a Torino: la Polizia Muncipale rafforza l'organico 

Per la Polizia municipale del capoluogo piemontese il ricorso ai contratti di formazione e lavoro non rappresenta una novità

Polizia municipale (© ANSA)

TORINO - L’Amministrazione comunale rafforzerà l’organico del Corpo di Polizia municipale assumendo a tempo determinato, entro il mese di dicembre, cinquanta agenti con contratto di formazione e lavoro, così come è consentito dal titolo I («Flessibilità del rapporto di lavoro», articolo 3) del Contratto nazionale di lavoro per il personale del comparto delle Regioni e delle Autonomie locali, sottoscritto nel 2000.

POLIZIA MUNICIPALE - Su proposta dell’assessore Sergio Rolando, la Giunta ha infatti approvato una delibera che autorizza l’avvio del percorso amministrativo che consentirà di effettuare nei prossimi mesi le selezioni per l’individuazione e l’inserimento in servizio dei nuovi vigili urbani che, come previsto da questa tipologia contrattuale, al momento dell’assunzione non potranno avere un’età superiore ai trentadue anni. La durata del contratto sarà di dodici mesi.«Nei contratti di formazione e lavoro, tenendo conto delle esigenze di bilancio e nel rispetto della normativa in materia di assunzione, abbiamo individuato» ha spiegato l’assessore Rolando, «una soluzione che ci consente oggi di rispondere alla necessità di potenziare e inserire nell’organico della nostra Polizia municipale personale più giovane».

LAVORO - Per la Polizia municipale del capoluogo piemontese il ricorso ai contratti di formazione e lavoro non rappresenta una novità: dal 2009 ad oggi, Palazzo Civico l’ha infatti già utilizzata in altre due occasioni, predisponendo progetti formativi che hanno coinvolto cento agenti i cui contratti sono poi passati da tempo determinato a indeterminato. «Una scelta», aggiunge l’assessore alla Polizia municipale, Roberto Finardi. «che ci permetterà di assicurare meglio e in modo ancora più efficace, come peraltro è richiesto dai torinesi ed è negli obiettivi della nostra Amministrazione, le attività finalizzate al contrasto nelle strade e nei luoghi pubblici dei comportamenti non corretti, di garantire livelli maggiori di sicurezza sul territorio e, in ogni quartiere, di far sentire i vigili urbani come una presenza amica e sempre al fianco del cittadino».