24 ottobre 2018
Aggiornato 00:00

Torino: Laxalt primo obiettivo

Il calciatore del Genoa è richiesto da Mazzarri che lo ha espressamente inserito nella lista dei desideri da portare a Cairo
Diego Laxalt, calciatore uruguaiano del Genoa
Diego Laxalt, calciatore uruguaiano del Genoa (ANSA)

TORINO - Il nuovo Torino inizia a prendere forma, Urbano Cairo vuole che la prossima stagione riscatti questa che è stata assai deludente con l'assalto all'Europa mai realmente iniziato da parte dei granata. Fulcro della nuova armata granata sarà Walter Mazzarri, tecnico a cui è affidato il compito di riportare i piemontesi nelle zone nobili della classifica, motivo per il quale il presidente torinista è propenso ad accettare (nei limiti del possibile, naturalmente) tutte le richieste di un tecnico che vuole una squadra a sua immagine e somiglianza, con carattere ed una struttura tattica ben precisa, ovvero tutto ciò che il tecnico livornese non è riuscito ad infondere in quest'annata dopo essere subentrato in corsa a Sinisa Mihajlovic.

Obiettivi

Mazzarri ha già chiesto un attaccante di scorta, bravo ad agire sia da punta centrale che da esterno, ed un laterale di fascia da alternare a De Silvestri e Ansaldi, peraltro molto positivi in questa stagione, soprattutto l'ex laziale. Il primo nome inserito a riguardo dal tecnico toscano nella lista da dare al suo presidente è quello di Diego Laxalt, in uscita dal Genoa e richiesto anche da altre formazioni di serie A; l'uruguaiano, classe 1993, è in grado di fornire qualità, quantità, un discreto carattere ed anche un buon apporto in zona gol e al Torino potrebbe fare quel salto di qualità necessario per salire ancora di livello. Il Genoa è ormai rassegnato a perderlo, i granata possono anticipare la concorrenza, bruciarla sul tempo e regalare a Mazzarri un rinforzo gradito ed utile per iniziare la stagione del riscatto.