20 ottobre 2018
Aggiornato 18:30

Prende a botte la compagna incinta, arrestato un uomo di 31 anni

La donna ha raccontato che minacce e violenze andavano ormai avanti da diverso tempo. L'uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia
Donna presa a botte dal compagno
Donna presa a botte dal compagno (Shutterstock.com)

TORINO - Quando gli agenti della polizia sono giunti nell’appartamento hanno trovato la donna in evidente stato di agitazione e con diverse ecchimosi sul corpo. Il responsabile del fatto, un cittadino straniero di 31 anni, è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia. L’episodio si è verificato nei giorni scorsi, in un’abitazione nella zona sud della città.

MINACCE DA TEMPO - La donna, incinta di 8 mesi e subito trasportata in ospedale, ha raccontato agli agenti che violenze, soprusi e minacce andavano ormai avanti da diverso tempo, spesso a causa di futili motivi per cui la donna era considerata colpevole agli occhi del compagno. L’ultima aggressione era avvenuta proprio in seguito a una discussione tra i due in merito al riconoscimento del bambino.

IL PROTOCOLLO EVA - L’uomo è stato arrestato anche grazie alla tempestività degli agenti che, da inizio anno, adottano il protocollo E.V.A. (Esame delle Violenze Agite), procedura che consente agli operatori di polizia di appurare, anche in assenza di denuncia, casi di violenza domestica e, successivamente, intervenire.