Verso Juventus-Verona: l'ultima fatica dei campioni

Sabato davanti ai propri tifosi la formazione bianconera celebrerà scudetto e Coppa Italia contro i già retrocessi scaligeri
La Juventus di Allegri ha appena festeggiato le vittorie in campionato e Coppa Italia
La Juventus di Allegri ha appena festeggiato le vittorie in campionato e Coppa Italia (ANSA)

TORINO - Sabato pomeriggio la Juventus saluta un altro campionato trionfale che ha portato nella bacheca bianconera lo scudetto numero 34, la Coppa Italia numero 13, rispettivamente per la settima e quarta volta consecutiva. La squadra di Massimiliano Allegri giocherà un'inutile partita contro il Verona allo Juventus Stadium (inizio ore 15), col titolo juventino già celebrato domenica scorsa a Roma e la retrocessione dei veneti certificata già da due settimane; logico che i contenuti tecnici e calcistici saranno poco intensi, probabilmente ci sarà spazio per diverse seconde linee, mentre lo spettacolo vero sarà sugli spalti e alla consegna della coppa per lo scudetto, ancora una volta sollevata dal capitano della Juventus, evento speciale anche questo perchè si tratterà dell'ultimo gesto di Gianluigi Buffon da calciatore bianconero.

Formazione

Tuttavia Allegri dovrà imbastire l'undici che chiuderà la stagione contrapponendosi alla formazione di Pecchia: in porta, come detto, ci sarà Buffon alla sua ultima gara a Torino, mentre la difesa a 4 sarà composta dall'altro partente Lichtsteiner, dalla coppia centrale Barzagli Benatia e da Alex Sandro a sinistra; cerniera di centrocampo con Pjanic e Matuidi, tridente offensivo composto da Douglas Costa, Dybala e Mandzukic, con Higuain unico centravanti. Possibili a gara in corso gli innesti di Asamoah e Khedira (il primo ha già firmato con l'Inter, il secondo è in odore di cessione), oltre al saluto celebrativo di Buffon, probabilmente l'evento della giornata intera, il momento che tutti aspettano con ansia come accaduto con Alessandro Del Piero durante Juventus-Atalanta di 6 stagioni fa.