26 maggio 2018
Aggiornato 15:30
tentao omicidio

Travolge il rivale in amore e si schianta contro un muro: paura a Venaria

Dopo una serie di manovre spericolate, l'uomo avrebbe investito il suo rivale ed ha terminato la sua corsa in auto contro un muro

Lite tra rivali in amore (© Foto d'archivio)

VENARIA - E’ finita con un arresto per tentato omicidio e un ricovero in ospedale in prognosi riservata la furibonda lite che si è verificata ieri pomeriggio tra due rivali in amore, a Venaria.

LA TELEFONATA INCRIMINATA - Tutto è iniziato quando il reo, Fabio L. di 36 anni residente a Torino, ha assistito a una telefonata da parte della sua fidanzata: dall’altro capo del telefono c’era un ragazzo di 27 anni di Collegno, Gioele O.. Quest’ultimo è stato richiamato dal 36enne che, furioso, gli ha dato appuntamento a Venaria per lo stesso pomeriggio, alle ore 13.30. Fabio L. si è presentato in via Juvarra a bordo della sua Smart e, secondo quanto dichiarano i testimoni, avrebbe già imboccato la via con una serie di manovre spericolate.

LA LITE IN STRADA - Sul luogo dell’appuntamento lo attendeva Gioele O. che pare abbia colpito il parabrezza della Smart con una mazza da baseball. A quel punto, benché risulti ancora piuttosto incerta la dinamica del fatto, Fabio L. si sarebbe scagliato contro il suo avversario, investendolo e finendo la sua corsa in auto contro un muro.

L’ARRESTO - Gli agenti di polizia di Venaria hanno arrestato per tentato omicidio Fabio L., e stanno attualmente indagando sulla dinamica dell’accaduto. Non è, infatti, chiaro se sia stata effettivamente la Smart a investire Gioele O. - che è stato trasportato all’ospedale Maria Vittoria in gravi condizioni - o se egli sia caduto da solo in seguito alle manovre spericolate del suo rivale. Gli investigatori hanno acquisito le immagini delle telecamere per fare luce sull’accaduto.