25 maggio 2018
Aggiornato 07:00
rifiuti

Scarica tonnellate di rifiuti in un campo, incastrato un camionista

L'uomo è stato rintracciato mentre si trovava in viaggio verso Milano. E' stato denunciato e costretto a rimettere i rifiuti abbandonati sul suo tir

Discarica abusiva (foto d'archivio) (© Shuttestock)

LEINI’ - Una vera e propria discarica a cielo aperto, dove sono state abbandonate 210 tonnellate di rifiuti urbani, alcuni dei quali anche molto pericolosi. E’ questo lo scenario che si sono trovati di fronte i carabinieri e la polizia municipale di Leinì, giunti in un’area adibita a uso militare nei pressi di Lombardore. Malgrado i responsabili si fossero rapidamente dileguati, un testimone è riuscito a individuare la targa di un tir, intento ad abbandonare l’ultimo carico di merce.

Il TRUCCO - Grazie a queste informazioni i carabinieri sono riusciti a risalire al proprietario del veicolo e lo hanno chiamato al telefono, facendogli credere di aver urtato una macchina proprio mentre si trovava nei pressi di Lombardore. L’uomo è quindi tornato indietro su volontà dei militari per sbrigare alcune pratiche burocratiche, ma quando ha fatto il suo ingresso nella caserma dei carabinieri, ha scoperto di essere stato incastrato.

TUTTI I RIFIUTI DI NUOVO SUL TIR - L’autista, un giovane di 28 anni di origine ucraina, è stato quindi denunciato per traffico illecito di rifiuti e costretto a rimettere nuovamente a bordo del suo tir tutti i rifiuti che aveva appena scaricato nel campo di Lombardore.