17 aprile 2021
Aggiornato 17:00
Ambiente

I mezzi Amiat scendono in strada, inizia la rimozione delle discariche abusive

Sono iniziate questa mattina le operazioni di rimozione delle discariche abusive. In un primo momento la pulizia riguarda soprattutto vecchi elettrodomestici, fusti con vernici e oli e rifiuti pericolosi

TORINO - Sempre più spesso sul web circolano fotografie di discariche abusive presenti in città. L’argomento, che suscita sempre molto sgomento nei cittadini, è stato affrontato negli scorsi giorni anche dall’amministrazione e questa mattina sono iniziate le rimozioni dei rifiuti presenti dove invece non dovrebbero esserci. In particolare la pulizia è iniziata nei quartieri Nord di Torino, come Falchera. «Un intervento necessario e molto atteso dai cittadini che restituirà decoro e ordine là dove ormai da anni vigeva l’incuria e l’abbandono», ha detto l’assessore all’Ambiente Alberto Unia, «anche questo è un modo per ridere fiducia e dignità al territorio: il degrado chiama degrado, occorre quindi porre un argine e questo intervento va in quella direzione».

AMIAT - Tra oggi e domani, in orario mattutino, saranno presenti le squadre di intervento dell’Amiat in strada Cuorgnè nell’area sottostante il cavalcavia, in via degli Ulivi angolo via delle Querce, strada del Villaretto, (vicino alla sp460 e lungo il bordo in direzione di Mappano e di fronte all’ingresso addestramento cani), strada Molino del Villaretto (più punti). In questa prima fase la pulizia riguarda soprattutto vecchi elettrodomestici (i cosiddetti Rae), fusti con vernici e oli, rifiuti pericolosi, per poterli smaltire in modo differenziato.

DA MERCOLEDI’ - La rimozione delle discariche abusive proseguirà mercoledì con mezzi più grandi per rimuovere tutti rifiuti presenti e restituire così ai luoghi interessati un’immagine migliore. Le zone saranno le stesse di oggi e domani.