22 giugno 2018
Aggiornato 19:00
Sport | Calcio

La Juventus affonda per Cristante

Il centrocampista dell'Atalanta è uno dei maggiori obiettivi dei campioni d'Italia

Bryan Cristante, centrocampista dell'Atalanta (© ANSA)

TORINO - Il confronto tra Massimiliano Allegri e la dirigenza ha decretato ciò che ormai tutti si aspettavano, ovvero la permanenza del tecnico toscano sulla panchina della Juventus per il quinto anno e dopo aver vinto 4 scudetti e 4 Coppe Italia in queste prime trionfali 4 stagioni juventine. Allegri chiedeva sostanzialmente che il progetto bianconero proseguisse mantenendo alto il livello di competitività per tentare la scalata all'ennesimo scudetto e a quella Coppa dei Campioni che a Torino manca dal 1996. Il calciomercato è stato certamente il piatto forte dell'incontro fra l'allenatore livornese e Giuseppe Marotta, i due si sono confrontati, l'amministratore delegato ha messo sul tavolo le possibilità del club, il tecnico ha replicato con gli obiettivi che vorrebbe per rinforzare la rosa a sua disposizione.

Centrocampo

Juventus che ha nel centrocampo uno dei punti di forza, con l'aggiunta in questa stagione del francese Matuidi ma che potrebbe nella prossima perdere un punto cardine come Sami Khedira, per cui il richiamo degli Stati Uniti è più vivo che mai. Allegri ha chiesto rinforzi per la linea mediana ed ha fatto anche i nomi: oltre ad Emre Can, turco del Liverpool che la Juve corteggia sin dalla scorsa estate, il tecnico bianconero ha richiesto Bonaventura del Milan (utilizzabile tanto a centrocampo quanto all'occorrenza nel tridente d'attacco) e soprattutto Bryan Cristante, esploso quest'anno nell'Atalanta con 9 reti realizzate e la palma di uno dei calciatori migliori dell'intera serie A. Valutato circa 30 milioni di euro, Cristante sarebbe una pedina importantissima nello scacchiere juventino, perfetta continuità fra il passato ed il presente, una via di mezzo fra il giovane Marchisio di una decina d'anni fa ed il Vidal ammirato dal 2011 al 2015; inseguito anche da Napoli e Roma, Cristante potrebbe alla fine scegliere la Juve per prestigio, blasone e la naturale inclinazione a mettersi in mostra nella squadra migliore d'Italia, oltre agli ottimi rapporti fra Juventus ed Atalanta che potrebbero favorire ed accelerare la trattativa. I bianconeri cercano di anticipare i rivali senza creare un'asta troppo alta e portando a casa uno dei talenti più fulgidi del calcio italiano e che, a soli 23 anni, è pronto a prendersi la ribalta in un club di primo livello e in Nazionale.