16 agosto 2018
Aggiornato 00:00

Giocattoli non a norma in piazza della Repubblica: maxi multa per il titolare cinese

Nello stesso esercizio sono state sottoposte a sequestro anche 3.276 solette sottopiede prive di etichettatura indicante i materiali utilizzati, il luogo di fabbricazione e tutte le indicazioni utili per la tutela della salute
Oggetti sequestrati
Oggetti sequestrati (Polizia Municipale di Torino)

TORINO - Dopo ripetute segnalazioni e reclami da parte dei cittadini gli agenti del Comando della VII^ Circoscrizione Aurora/Vanchiglia/Sassi/ Madonna del Pilone della Polizia Municipale sono intervenuti in un autosalone di corso Belgio nei pressi di lungo Po Antonelli. Questo il risultato: 9 veicoli contravvenuti per omessa copertura assicurativa su area pubblica e posti sotto sequestro amministrativo, varie violazioni ad articoli del Codice della Strada per omesse revisioni periodiche, veicoli non accompagnati dai documenti, divieti di sosta e del Regolamento COSAP per occupazione suolo pubblico senza autorizzazione. Infine, è stato contestato l’art. 23 Codice della Strada in riferimento al Regolamento Canoni Iniziative Mezzi Pubblicitari, per iniziative pubblicitarie non autorizzate.
 
MUNICIPALE - In un’altra operazione, Agenti del Comando Porta Palazzo della Polizia Municipale hanno posto sotto sequestro amministrativo 85 giocattoli (spinner) privi di marchio CE e privi delle avvertenze e delle istruzioni sulla sicurezza in un banco di piazza della Repubblica. Il titolare, cittadino di nazionalità cinese, è stato contravvenuto con una sanzione di 3.000 euro. A un altro esercente di nazionalità cinese, con locali in corso XI Febbraio, sono stati sequestrati 3 colli contenenti 280 giocattoli (spinner) privi di indicazioni per la sicurezza, di avvertenze per l'utilizzo e privi del marchio CE. Nello stesso esercizio sono state sottoposte a sequestro anche 3.276 solette sottopiede prive di etichettatura indicante i materiali utilizzati, il luogo di fabbricazione e tutte le indicazioni utili per la tutela della salute. Il titolare è stato contravvenuto con 3.000 euro di sanzione per gli spinner e 1.032 euro di sanzione per le solette sottopiede.