18 giugno 2018
Aggiornato 13:00
Cronaca | Salute

Candiolo lotta contro il cancro: scoperta un'efficace proteina anti-tumorale

Lo studio, pubblicato sulla prestigiosa rivista «Science Translation Medicine», descrive le proprietà farmacologiche di un nuova proteina sintetica, la Semaforina 3A A106K

Candiolo, svolta importante nella lotta al cancro: scoperta un'efficace proteina anti-tumorale (© ANSA)

CANDIOLO - Arrivano splendide notizie dall'Istituto di Candiolo: uno studio di ricercatori dell'Università di Torino e dell'Istituto di Candiolo ha scoperto un'efficace proteina anti-tumorale. Un lavoro che, ancora una volta, conferma la straordinaria efficenza e importanza di queste realtà torinesi, da sempre in prima linea nella lotta contro i tumori.

LO STUDIO - Lo studio, pubblicato sulla prestigiosa rivista «Science Translation Medicine», descrive le proprietà farmacologiche di un nuova proteina sintetica, la Semaforina 3A A106K, capace di normalizzare i vasi tumorali. Si tratta di una strategia antitumorali innovativa, che permette di favorire il rilascio dei farmaci e di migliorare l'ossigenazione intratumorale, riducendo la disseminazione metallica. La ricerca, guidata dai professori Guido Serini, Enrico Girando e Luca Tamagnone, ha progettato e realizzato una versione mutata della SEMA3A priva di effetti collaterali, ma pienamente in grado di normalizzare i vasi tumorali. Serini, Giraudo e Tamagnone, direttori di tre laboratori di ricerca all'Istituto di Candiolo, hanno inoltre dimostrato la capacità della SEMA3A mutante di inibire la progressione metastatica e di potenziare l'efficacia della chemioterapia convenzionale in modelli murini di carcinoma del pancreas.