18 ottobre 2018
Aggiornato 17:00

Cadavere trovato tra la neve a Bardonecchia: potrebbe essere di un migrante

Il corpo - recuperato da una squadra del soccorso alpino della guardia di finanza - si trova in avanzato stato di decomposizione
Cadavere trovato tra le neve a Bardonecchia
Cadavere trovato tra le neve a Bardonecchia (Shutterstock.com)

BARDONECCHIA - Il copro senza vita di un uomo - probabilmente di origine africana - è stato trovato da un escursionista lungo un sentiero dell’Alta Val Susa, sul versante italiano del Colle della Scala, nei pressi dell’orrido del Frejus, a 5 chilometri dal confine francese. Potrebbe trattarsi del primo africano trovato morto in Italia durante l’ultima ondata migratoria verso i confini francesi.

RINVENUTO CADAVERE - Il corpo - recuperato da una squadra del soccorso alpino della guardia di finanza - si trova in avanzato stato di decomposizione, per questo è attualmente impossibile stabilire se si tratti di un uomo o una donna. Come è ancora difficile stabilire se si tratti effettivamente di un migrante o di una persona che ha tentato di valicare le Alpi in questi giorni e, perdendosi, sia morto a causa della fatica o altro.

TERZA VITTIMA IN POCHE SETTIMANE - Si tratta, in ogni caso, della terza vittima ritrovata nelle ultime settimane sulle Alpi. Nei giorni scorsi erano stati, infatti, rinvenuti sul versante francese i corpi di due migranti, morti nel tentativo di valicare la frontiera. Una donna, annegata cercando di sfuggire all'inseguimento della Gendarmerie, e un uomo, ritrovato sul sentiero che dal Monginevro discende a Briançon.