21 novembre 2018
Aggiornato 01:00

Il Torino in lotta per Sandro

Rinforzi ed ambizioni suggeriti da Mazzarri, concorrenza a diversi club europei. Tra i tanti nomi c'è anche il centrocampista ex Benevento che è stato un obiettivo di mercato anche per il Milan.
Sandro, centrocampista brasiliano nell'ultima stagione in forza al Benevento
Sandro, centrocampista brasiliano nell'ultima stagione in forza al Benevento (ANSA)

TORINO - Finito il campionato, il Torino comincia a stendere il programma per la prossima stagione quando alla formazione di Walter Mazzarri sarà chiamata a lottare per la conquista di un posto in Europa e per ben figurare in Coppa Italia, obiettivo a cui società e tifosi tengono moltissimo e che dalla parte granata di Torino non si vede dal lontano 1993. Il tecnico livornese, subentrato a gennaio all'esonerato Sinisa Mihajlovic, chiede rinforzi mirati per valutare il modulo di gioco da adottare, ovvero se restare col collaudato 4-3-3 dell'ultima annata, oppure se tornare al suo fedele 3-5-2 con cui ha ottenuto ottimi risultati in serie A alla guida di Reggina, Sampdoria e Napoli. Cairo è deciso ad accontentare il suo allenatore, pur nel rispetto di un'economia che da sempre contraddistingue il patron torinista.

Rinforzo brasiliano
Uno dei nomi su cui maggiormente si è espresso Mazzarri è quello del brasiliano Sandro, reduce dall'ottima seconda parte di stagione giocata a Benevento tanto da entrare perfino nel mirino del Milan di Gattuso. In Irpinia, nonostante la retrocessione in serie B dei campani, ha dimostrato ottime caratteristiche tecniche, fisiche e carismatiche, qualità che l'allenatore toscano apprezza particolarmente. Con un altro calciatore di temperamento a centrocampo come il venezuelano Rincon, Sandro andrebbe a formare una linea mediana tutta grinta e carisma; ma attenzione, perchè arrivare a Sandro non sarà facile per il Torino: sull'ex giocatore del Tottenham, infatti, è forte la pressione del Milan, dell'Atalanta e di un paio di club esteri, tutti piacevolmente sorpresi dalla ripresa e dalla tenuta fisica di un elemento che negli ultimi anni aveva subito troppi infortuni per restare al top. La volontà di Mazzarri e la certezza di essere il leader della squadra, sono le carte con cui il Torino andrà all'assalto di Sandro, vero e primo obiettivo per un centrocampo di gran sostanza che possa esaltare il gioco fisico voluto dal tecnico granata.