23 ottobre 2018
Aggiornato 08:00

Telecamere di sicurezza sulla Spina Reale? Finardi: «In questo momento no»

Se sul fronte della sicurezza tutto sembra essere rimandato a data da destinarsi, qualche buona notizia arriva in merito agli interventi di manutenzione della Spina Reale di via Stradella
Spina Reale
Spina Reale (Diario di Torino)

TORINO - Niente telecamere di video sorveglianza sulla Spina Reale di via Stradella, almeno per ora. Dopo mesi di mobilitazione cittadina, di passeggiate per la legalità e di raccolte firme, arriva la risposta dell’assessore comunale con delega alla Sicurezza, Roberto Finardi. «In questo momento non sono disponibili telecamere da destinare alla Spina» ha spiegato Finardi in Commissione. «Non le ho. Si possono recuperare, ma è un iter lungo e poi una volta installate qualcuno le deve guardare» ha detto l'assessessore che ha concluso: «In ogni caso, non dipende solo dal Comune, la decisione deve passare anche da Prefetto e Questore».

TELECAMERE - L’ordine del giorno viene dunque archiviato con poche certezze e qualche mezza promessa di portare la situazione della Spina all’attenzione dei tavoli di sicurezza. «Il Prefetto si darà da fare per alleviare e poi per risolvere queste problematiche e io stesso continuerò a farlo presente» ha detto Finardi in Commissione, aggiungendo l'intenzione di sollecitare il Questore affinché la Spina rientri negli interventi ad alto impatto. «Abbiamo presentato questa interpellanza il 31 ottobre del 2017» ha spiegato a sua volta il presidente della Circoscrizione V, Marco Novello, «da allora a oggi sono successe moltissime cose». Ed è a tutti gli effetti vero: sulla Spina in questi mesi si è assistito a una straordinaria mobilitazione spontanea da parte dei cittadini che, sistematicamente, sono scesi in piazza per riappropriarsi della bella via pedonale. Anche gli imprenditori sembrano di recente aver riscoperto la Spina: «A breve aprirà una gelateria artigianale e c’è un bando per rivitalizzare l'ex bocciofila» ha spiegato ancora Novello. «Ci sono i cittadini, ci sono i commercianti, c’è tutto perché possa essere un luogo bello. Manca solo l'attenzione dell'Amministrazione» ha commentato il Capogruppo dei Moderati, Silvio Magliano, che ironizza: «In assenza di telecamere, utilizziamo i droni: ne basterebbero una trentina di «quelli di San Giovanni» da impiegare per la sicurezza nel quartiere Madonna di Campagna».

SPINA REALE - Se sul fronte della sicurezza tutto sembra essere rimandato a data da destinarsi, qualche buona notizia arriva in merito alla manutenzione dell'area. Tecnici portavoce dell'assessore all'Ambiente, Alberto Unia, hanno riferito che sono in atto i lavori per ripristinare l'area giochi della Spina e che, in tempi brevi (per la fine di giugno), sarà nuovamente agibile. A oggi però il cantiere sembra fermo e la mancanza di sorveglianza ha portato ad alcuni furti di piastrelle. Stando a quanto riportato in Commissione, sono inoltre previsti interventi di manutenzione straordinaria sul 60% della superficie della Spina. Gli interventi per la sistemazione dei muretti danneggiati e della pavimentazione dovrebbero iniziare a settembre.

---> «VENDITORI DI MORTE» SULLA SPINA REALE, INTERVISTA AL PRESIDENTE MARCO NOVELLO