21 giugno 2018
Aggiornato 19:30
Cronaca | aggressioni

Giovane pestato a sangue in via Bologna, mistero sull'aggressione

Il giovane è stato aggredito all'uscita da un locale. Incerte le cause che avrebbero portato all'agguato

Giovane pestato a sangue in via Bologna (© Foto d'archivio)

TORINO - Giorgio, 28 anni, è stato aggredito sabato notte in via Bologna, nella zona nord di Torino, all’uscita da un locale. Il ragazzo è stato trasportato immediatamente all’ospedale Molinette dove è arrivato con mandibola e naso fratturati e un trauma cranico. Benché le sue condizioni fossero piuttosto preoccupanti, esse sono gradualmente migliorate nel corso della domenica e questa mattina, lunedì 28 maggio, Giorgio è stato dimesso.

INDAGA LA POLIZIA - Il mistero avvolge la vicenda di cui si sta attualmente occupando la polizia. Giorgio, infatti, non ricorda nulla di quanto avvenuto quella notte: sa solo che gli hanno portato via cellulare, chiavi della macchina e portafogli.

NO AGGRESSIONE OMOFOBA - Sul web, tuttavia, si sono presto diffuse notizie su una possibile aggressione omofoba. A pensarla così, in particolare, è Davide Betti Balducci, presidente nazionale dell’associazione no profit Diritti e Libertà per L’Italia. Lo stesso Giorgio ha, tuttavia, smentito la notizia affermando di essere stato aggredito per una «comune» rapina.