18 ottobre 2018
Aggiornato 18:00

Tenta di suicidarsi gettandosi nella Dora dal ponte di via Bologna: salvato in extremis

I poliziotti, di ritorno da un altro servizio, hanno notato un uomo che stava tentando un gesto estremo: dopo una lunga trattativa, sono riusciti a farlo desistere
Il Ponte Mosca
Il Ponte Mosca (Museo Torino)

TORINO - Ha tentato di suicidarsi gettandosi nella Dora, dal ponte di via Bologna, e solo il pronto intervento di un passante e dei poliziotti del Commissariato Dora Vanchiglia ha evitato il peggio.

IL TENTATO SUICIDIO E LA TRATTATIVA - I poliziotti, di ritorno da un altro servizio, hanno notato un uomo che stava tentando un gesto anticonservativo, trattenuto da una persona in evidente difficoltà. Gli agenti sono intervenuti, bloccando fisicamente il soggetto mentre stava per buttarsi e lo hanno allontanato dalla ringhiera del ponte, intraprendendo una lunga trattativa con l’aspirante suicida, che si è sfogato in merito ai suoi problemi di natura familiare. Dopo circa 45 minuti, durante i quali il soggetto ha più volte cercato di ritentare il gesto, venendo trattenuto dai poliziotti, l’uomo si è poi calmato e in seguito all’arrivo sul posto del personale sanitario ha acconsentito a essere trasportato presso una struttura ospedaliera. Uno degli operatori ha riportato lesioni agli arti superiori ed è quindi ricorso alle cure mediche, venendo dimesso dall’ospedale con una prognosi di 8 giorni.