22 ottobre 2018
Aggiornato 15:30

Cagnolina scompare a Porta Nuova: ritrovata dagli agenti della Polfer

La cagnolina si è nascosta in una macchia di vegetazione vicino ai binari: nonostante la situazione pericolosa, gli agenti della Polfer sono riusciti a salvarla

TORINO - Una cagnolina è sparita tra i binari della stazione ferroviaria Porta Nuova ma per fortuna, dopo lunghe ore di apprensione, è stata ritrovata dagli agenti della polizia ferroviaria. E’ una storia a lieto fine quella di «Cettina», una meticcia di colore nero a macchie bianche, allontanatasi dalla sua proprietaria a seguito di una mostra canina avvenuta in via Gioberti.

IL RITROVAMENTO DELLA CAGNOLINA - La proprietaria ha immediatamente segnalato la scomparsa della sua amica a quattro zampe, ricevendo la segnalazione della presenza della cagnolino nella zona del Parco Savigliano, scalo ferroviario di servizio di Porta Nuova. Ricevuta la segnalazione, il personale della Polfer ha individuato il luogo in cui si era rifugiata una cagnolino, una macchia di vegetazione vicino ai binari. La cagnolina, spaventata e sofferente alle zampe posteriori, è stata trovata poco dopo, tranquillizzata e rifocillata, prima di essere riconsegnata alla proprietaria. Negli uffici, gli agenti della Polfer trovavano ad aspettarli la vicepresidente di una onlus che si prende cura dei cani randagi, molto attiva nel torinese e di cui faceva parte anche la proprietaria del cane che hanno espresso la loro gratitudine consapevoli che Cettina si era avventurata in una zona molto pericolosa caratterizzata dall’elevato traffico di treni in manovra.