16 agosto 2018
Aggiornato 00:00

«Non sono un pregiudicato, basta lettere»: incredibile caso di omonimia a Costato

Una lite all'ufficio postale di Cossato ha costretto i carabinieri a intervenire per placare gli animi
«Non sono un pregiudicato, basta lettere»: incredibile caso di omonimia a Costato
«Non sono un pregiudicato, basta lettere»: incredibile caso di omonimia a Costato ()

COSSATO - Singolare lite all'Ufficio Postale di Cossato, dove un utente si è presentato chiedendo che non gli fosse più recapitata a domicilio la corrispondenza. Omonimo di un pregiudicato, il 69enne continuava, a suo dire, a ricevere lettere che non lo riguardavano. Per questo si è recato nei locali e ha parlato con la responsabile, una donna di trenta anni più giovane, che ha cercato in tutti i modi di spiegargli che quanto chiedeva era impossibile. Quando l'uomo ha alzato i toni della voce, lei ha richiesto l'intervento dei carabinieri. La vista delle divise ha, poi, calmato gli animi.