18 giugno 2018
Aggiornato 15:00
Sport | Calcio

Mandzukic ha deciso: resta alla Juve

Dopo un lungo tira e molla, l'attaccante croato ha scelto il suo futuro

Mario Mandzukic, attaccante croato della Juventus (© ANSA)

TORINO - C'erano dubbi e perplessità circa la permanenza di Mario Mandzukic alla Juventus, incertezze dettate dalle motivazioni della punta croata, non più sicura di poter dare ai bianconeri quel temperamento e quel carattere, divenuti fondamentali per Massimiliano Allegri che ha trovato in Mandzukic un soldato perfetto, un pilastro della squadra, divenuto nelle ultime due stagioni il sacrificato dell'attacco, spostato dal centro alla fascia per dare maggior spazio e libertà a Gonzalo Higuain, senza che ciò abbia cambiato nello slavo quella volontà e quella cattiveria che lo hanno reso uno degli attaccanti migliori d'Europa nonostante caratteristiche non propriamente da bomber di razza.

Decisione finale

Difficile capire cosa sia passato nella testa di Mandzukic nell'ultimo mese: forse la volontà di tornare ad essere centravanti puro, forse la sensazione di aver dato tutto alla causa bianconera, o forse solamente il richiamo dei soldi facili provenienti dall'Oriente e che lo stavano fortemente tentando. E invece, alla fine, l'ex attaccante dell'Atletico Madrid ha scelto di rimanere alla Juventus per almeno un'altra stagione, convinto dal progetto in grande dei bianconeri e da quel sogno di sollevare la seconda Coppa dei Campioni della carriera dopo quella del 2013 col Bayern Monaco e dopo la finale persa con la Juventus contro il Real Madrid giusto un anno fa. Mandzukic, dunque, resta alla Juventus, i bianconeri non perdono un altro pezzo storico dopo Buffon, Asamoah e Lichtsteiner; parte dello zoccolo duro, insomma, resiste ancora.