18 ottobre 2018
Aggiornato 12:30

Sgommate e drift nel Salotto di Torino: polemiche per il rally in piazza San Carlo

Il M5S attacca Giunta e organizzatori del Salone dell’Auto: «Episodio vergognoso, si rovina il pavé della piazza». Sacco si smarca: «Non ne sapevamo niente»

TORINO - Il Salone dell’Auto, un successo per la città, è ormai alle spalle. Ciò che sembra più che mai attuale è la polemica per l’esibizione avvenuta in piazza San Carlo: una serie di drift avvenuti proprio nel Salotto di Torino, all’ombra del Caval ëd Bronz. 

BOTTA E RISPOSTA ASSESSORE-M5S - Chi ha permesso che le auto sgommassero sul pavé di piazza San Carlo? L'amministrazione ne era al corrente? In Sala Rossa volano parole grosse. L'assessore al Commercio Alberto Sacco ha provato a spiegare la situazione: «Abbiamo contattato gli organizzatori per chiedere spiegazioni, non si trattava di una cosa richiesta e autorizzata né da noi né dalla Soprintendenza. Si trattava di Peugeot guidato da un professionista, tutto è avvenuto in sicurezza ma l'episodio non risulta concordato con l'organizzazione del Parco del Valentino. Sarà l'organizzazione stessa a pulire la piazza dai segni delle sgommate». A puntare il dito contro gli organizzatori del Salone e la Giunta è Daniela Albano, consigliera del M5S: «Risposte non sufficienti a giustificare quanto accaduto. Gli organizzatori sono consapevoli dell'atto vergognoso avvenuto in una piazza aulica? Vengano a rispondere in commissione».