20 settembre 2018
Aggiornato 06:00

Chiude la biblioteca civica di Mirafiori Sud: «Il quartiere è disperato»

La biblioteca chiuderà le serrande dopo circa ventanni, lunedì prossimo, il 18 giugno
Chiude la biblioteca civica di Mirafiori Sud
Chiude la biblioteca civica di Mirafiori Sud (Foto d'archivio)

TORINO - La biblioteca civica di Mirafiori chiuderà definitivamente i battenti il prossimo lunedì 18 giugno, a pochi giorni dal compiere 20 anni. Non sono state sufficienti le 166 firme raccolte dagli abitanti del quartiere e da coloro che, numerosissimi, affollavano la biblioteca ogni giorno. Gli spazi di corso Unione Sovietica 490 saranno adibiti a ospitare delle nuove aule dell’Istituto tecnico Primo Levi che, negli ultimi cinque anni, ha praticamente raddoppiato la popolazione studentesca.

LA BIBLIOTECA CHIUDE - Agli abitanti del quartiere non resta che l’amaro in bocca. La biblioteca rappresentava, infatti, un importante centro di aggregazione della zona. Oltre a essere molto frequentata, tanto che - chi si occupava della sua gestione - è stato spesso costretto a respingere la domanda di ammissione di decine di studenti.

IL BIBLIOBUS - Ora, ad accoglierli, almeno in parte, sarà la Cesare Pavese di via Candiolo 79 che amplierà l’orario di apertura e - da settembre - il Bibliobus, una biblioteca itinerante, composta da 1200 libri che ogni settimana effettuerà una sosta all’interno del cortile dell’Istituto Primo Levi. A bordo anche il wi-fi e la possibilità di reperire file multimediali, oltre che ritirare i volumi come avviene solitamente all’interno di una biblioteca tradizionale.

BRICIOLE PER IL QUARTIERE - Per gli abitanti del quartiere, in ogni caso, si tratta solo di un palliativo. La biblioteca civica era un importante luogo di aggregazione. Non solo per i bambini che potevano esimersi di affrontare il centro città, ma anche per le persone più anziane che - attraverso le attività della biblioteca - potevano scacciare, almeno per qualche ora, la solitudine.