16 novembre 2019
Aggiornato 00:30
Cronaca

Assalto a mano armata alla Posta di corso Casale: rintracciato rapinatore

Gli agenti della Squadra Mobile sono riusciti a individuare il rapinatore grazie a una minuziosa analisi delle immagini dell’impianto di videosorveglianza che ha consentito agli operatori di riconoscerlo, nonostante il travisamento

TORINO - Nei giorni scorsi è stato sottoposto alla misura della custodia cautelare in carcere Vincenzo Pavia, classe 1956, poiché a seguito dell’attività d’indagine della Squadra Mobile è stato individuato come uno dei autori della rapina a mano armata all’ufficio postale di corso Casale dello scorso 3 aprile. 

RAPINA  - In quell’occasione due individui travisati e armati rispettivamente di coltello e cacciavite si sono posizionati all’interno del cortile del palazzo che ospita l’ufficio postale e hanno atteso che arrivassero le impiegate per l’apertura mattutina.  In seguito, hanno minacciato le donne costringendole a farli entrare e aprire il forziere. Una volta impossessatisi del bottino, 40.385 euro, hanno chiuso le commesse all’interno dello sgabuzzino per poi fuggire. Gli agenti della Squadra Mobile sono riusciti a individuare il Pavia grazie a una minuziosa analisi delle immagini dell’impianto di videosorveglianza che ha consentito agli operatori di riconoscerlo, nonostante il travisamento, in base alla corporatura ed al modo di muoversi.