12 dicembre 2018
Aggiornato 19:30

Juventus: resta anche Khedira

Dopo Mandzukic, i bianconeri stanno definendo anche il futuro del centrocampista tedesco
Sami Khedira, centrocampista della Juventus e della Germania
Sami Khedira, centrocampista della Juventus e della Germania (ANSA)

TORINO - In attesa dei grandi colpi in entrata (Milinkovic-Savic su tutti), la Juventus sta portando avanti alcuni discorsi con i calciatori già presenti in rosa ma che hanno manifestato qualche perplessità circa la loro permanenza a Torino. Asamoah e Lichtsteiner hanno salutato la compagnia bianconera accasandosi rispettivamente all'Inter e all'Arsenal, mentre il futuro di Gianluigi Buffon era definito già da un anno, col portiere che ha detto addio alla Juve dopo 17 anni. Poi c'era Mario Mandzukic che aveva messo in dubbio il suo futuro juventino, forse stufo di agire da attaccante esterno sacrificandosi senza segnare quasi più, forse arrivato al punto in cui le motivazioni possono venir meno con la conseguenza di voler provare altre esperienze, magari anche fuori dall'Europa.

Rinnovo vicino

Discorso simile anche per Sami Khedira, per cui le sirene degli Stati Uniti suonavano da diversi mesi, col centrocampista tedesco molto dubbioso circa il suo futuro. Alla fine del campionato l'addio di Khedira alla Juventus sembrava scontato, ma la vicinanza di Marotta, Nedved ed Allegri, il progetto juventino che invece di lasciare raddoppia e la voglia del tedesco di giocare ancora in un campionato importante come quello italiano, hanno fatto radicalmente cambiare idea al calciatore che ora non solo è convinto di rimanere alla Juve, ma anche di prolungare il suo contratto coi bianconeri, in scadenza il 30 giugno 2019. Khedira dovrebbe rinnovare nei prossimi giorni, firmando un prolungamento di un anno, ormai certo di far parte del proseguimento del progetto juventino che punterà all'ottavo scudetto consecutivo e a quella Coppa dei Campioni inseguita dal 1996.