7 aprile 2020
Aggiornato 23:00
sgravi fiscali

Cantiere corso Grosseto e metro 1, al via gli sgravi fiscali fino al 100%

Previsti sgravi fiscali su Tari, Cosap e Cimp con riduzioni che vanno dal 50 al 100%

TORINO - Sorridono i commercianti e gli artigiani di corso Grosseto e quelli che si trovano nelle immediate vicinanze del cantiere per i lavori di completamente della linea 1 della metropolitana e della pista ciclabile tra corso Vittorio Emanuele II e piazza Carducci. Dopo polemiche e battaglie con l’amministrazione, arrivano finalmente i tanto attesi sgravi per Tari, Cosap e Cimp. Un’agevolazione importante, che prevede riduzioni sugli importi di tassa rifiuti e canoni che vanno dal 50% al 100%.

RIDUZIONE AL 50% - Per la precisione, la delibera proposta dall’assessore al Bilancio e ai Tributi, Sergio Rolando prevede sulla tassa raccolta rifiuti e sui canoni relativi alla pubblicità e all’occupazione del suolo pubblico agevolazioni, nella misura del 50%, alle attività commerciali e artigianali, per i lavori della metropolitana, nel tratto di via Nizza tra via Sommariva (esclusa) fino a corso Maroncelli da corso Maroncelli fino al primo incrocio. Analoga riduzione è prevista per gli ambulanti temporaneamente trasferiti in via Onorato Vigliani.

RIDUZIONE AL 100% - Del 100% invece le riduzioni indicate per le aree prospicienti il cantiere e, in particolare, per le attività di via Nizza tra le vie Garessio e Sommariva inclusa, comprese le vie traverse fino al primo incrocio, e via Spotorno tra via Garessio e via Millefonti. Stessa percentuale, 100%, per l’area di piazza Bengasi e, nello specifico, per via Nizza dal numero civico 395 al 404, via onorato Vigliani dal civico 214 al 224 e via Corrado Corradino dal numero 1 al 6.

AGEVOLAZIONI CORSO GROSSETO - Per quanto riguarda i lavori per il collegamento ferroviario Torino – Ceres, che interessano l’area di corso Grosseto, è prevista un’agevolazione pari al 100% per le attività che hanno sede nel tratto di corso Grosseto che corrisponde al quadrilatero tra le vie Sospello, Ala di Stura e i civici interni, mentre è dell’80% la riduzione per le aree adiacenti il cantiere in corso Grosseto, via Vaninetti, strada del Carossio, via Saorgio, via Reycend, via Brusnengo, via Strona, via Cardinal Massaia, via Lulli, via San Pancrazio, via Vische, via Caluso, via Stampini, via Venaria, via Stradella, via Banchette, via Badini Confalonieri, via Refrancore, corso Lombardia, via Lucento, corso Potenza, via Orbetello, via Terni e via Borgaro.

LE TEMPISTICHE - Tutte agevolazioni per queste aree sono annuali, mentre sono di sei mesi e pari al 50% quelle per i lavori relativi alla pista ciclabile di via Nizza e, nello specifico, per i negozi di via Nizza, da corso Vittorio Emanuele II (escluso) a largo Marconi (incluso), comprese le vie traverse fino al primo incrocio.

CONFESERCENTI - Grande soddisfazione per Confesercenti che ha accolto con favore la decisione dell’amministrazione. «Si tratta di una decisione che avevamo sollecitato - afferma Giancarlo Banchieri, presidente della Confesercenti -. Gli sgravi non risolveranno interamente i problemi delle attività commerciali, che in questi mesi hanno patito e stanno patendo una contrazione significativa del giro d’affari, ma rappresentano comunque un sollievo per gli operatori».